Azerbaigian, una terra da riscoprire in questo 2020

Pubblicato il 12 Gennaio 2020 alle 16:15 Autore: Enrico Ianuario

Secondo la Lonely Planet, è l’Azerbaigian uno dei Paesi da visitare nel 2020. Tra brutalismo sovietico e grattacieli, ecco cosa offre questa terra.

Azerbaigian, una terra da riscoprire in questo 2020
Azerbaigian, una terra da riscoprire in questo 2020

Secondo la Lonely Planet, nota casa editrice australiana di guide turistiche, è l’Azerbaigian uno dei Paesi da visitare nel 2020. Tra brutalismo sovietico e grattacieli, ecco cosa offre questa terra.

LEGGI LE NOTIZIE DEL TERMOMETRO QUOTIDIANO

Azerbaigian, una terra tutta da scoprire

L’Azerbaigian, terra ricca di petrolio e gas che sbucano dal sottosuolo, è anche conosciuta per essere centro culturale zaroastriano, basato sugli insegnamenti del profeta Zarathustra. Confinante con l’Iran, nel Paese spicca soprattutto la capitale, Baku, considerata la base del nuovo sviluppo architettonico.

È proprio qui che l’architetta iraniana Zaha Hadid ha progettato il centro culturale Heydar Aliyev, un edificio dalle forme morbide in contrapposizione con il brutalismo sovietico. Vi è anche la presenza delle Flame Towers, ovvero tre grattacieli che riproducono la forma e il colore delle fiamme grazie anche all’installazione luminaria di più di diecimila led. La capitale presenta anche un lato antico della città, dove è possibile visitare costruzioni come la Torre della Vergine, risalente al XII secolo e riconosciuta come Patrimonio dell’Unesco.

L’Azerbaigian presenta anche degli sbocchi su una vastità d’acqua condivisa da Russia, Iran, Turkmenistan e Kazakistan: si tratta del Mar Caspio, denominato così ma che in realtà, ancora oggi, non è stato identificato né come mare, né come lago. La sua caratteristica è quella di possedere acqua salata ma delimitata all’interno del territorio tra l’Europa dell’est e l’Asia. In ogni caso, si può tranquillamente navigare partendo con il lentissimo traghetto Kompozitor Kara Karayev, che naviga sull’oleoso mare centro asiatico per sbarcare nei paesi confinanti.

Fare un salto in questa terra con così tante incognite, tra passato, presente e futuro, può essere una stuzzicante suggestione, abbandonando così le solite escursioni verso luoghi più conosciuti. L’Azerbaigian, terra del petrolio e del fuoco, sicuramente farà al caso di chi ha voglia di fare nuove scoperte e trovare risposte alle proprie domande.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it