Obbligo revisione Legge 104: quando scatta e chi deve sottoporsi a visita

Pubblicato il 3 Febbraio 2020 alle 09:39 Autore: Daniele Sforza

Quando scatta l’obbligo della revisione Legge 104 e che differenza c’è con il rinnovo: ecco chi deve sottoporsi alla visita di controllo e quando.

Obbligo revisione Legge 104
Obbligo revisione Legge 104: quando scatta e chi deve sottoporsi a visita

Chi pensava che, ottenute le agevolazioni previste dalla Legge 104, ne avrebbe beneficiato per sempre dovrà ricredersi. Infatti, ad eccezione di quei casi in cui la condizione di handicap è riconosciuta come permanente, per tutti gli altri è obbligatorio sottoporsi a periodiche visite di revisione da parte della preposta commissione medica dell’Asl.

A meno che sul primo verbale sia indicati la data di revisione – ovvero sia già prevista una nuova visita di aggiornamento dopo un certo lasso di tempo che si stabilisce al momento della prima visita – solitamente è l’Inps a convocare i soggetti beneficiari di 104 per l’accertamento sanitario e le relative verifiche. E in caso di assenza ingiustificata, il rischio è di perdere completamente le agevolazioni previste dalla Legge.

Legge 104: obbligo visita revisione, quando scatta

L’obbligo di revisione avviene nella maggior parte dei casi quando il soggetto con handicap si trova in età evolutiva, oppure nel caso in cui il verbale di riconoscimento dell’invalidità definisce tale condizione in aggiornamento e quindi soggetta a futura nuova revisione. Non vi è necessità di una nuova visita di revisione nell’eventualità in cui la condizione di handicap sia giudicata permanente.

104/92 2020: moduli di rinnovo e procedura da seguire

Assenza visita di revisione Legge 104: cosa succede

In caso di assenza alla visita di revisione non opportunamente giustificata (entro 60 giorni dalla comunicazione della convocazione), i soggetti convocati alla nuova visita ma che non si saranno presentati perderanno tutti i benefici assicurati dalla Legge 104 a partire dal giorno successivo a quello della visita di revisione in cui si è risultati assenti. In caso di giustificazione idonea, invece, il soggetto riceverà una seconda convocazione alla quale bisognerà obbligatoriamente presentarsi.

Permessi 104 retribuiti falsi: condannato ai servizi sociali

Stato confermato o rifiutato: le conseguenze

Come può concludersi la visita di revisione? In due modi: lo stato di disabilità viene confermato, e il soggetto può continuare a fruire i benefici della 104/92. Se invece la condizione di disabilità non viene confermata, allora i benefici decadranno dal giorno successivo a quello della visita.

Rinnovo Legge 104: come funziona e modulistica

La revisione non è da confondersi con il rinnovo della Legge 104, in quanto quest’ultimo riguarda l’eventuale peggioramento della situazione di handicap e quindi delle condizioni di salute. Per sottoporsi a una visita per il rinnovo sarà necessario presentare una domanda di rivedibilità per via telematica al’Inps utilizzando i seguenti modelli:

  • Modello G codice AP72 (nel caso in cui il soggetto sia maggiorenne);
  • Modello G/bis codice AP73 (nel caso in cui il soggetto sia minorenne o inabilitato).

Al modulo bisognerà allegare apposito certificato medico che attesti un peggioramento delle condizioni di handicap già presenti.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →