Prova orale maturità 2020: cosa cambia e quando si avranno novità?

Pubblicato il 22 Gennaio 2020 alle 10:24 Autore: Daniele Sforza

Come sarà la prova orale della Maturità 2020? L’esame di Stato cambierà ancora una volta quest’anno, anche se ancora non si sa in che modo.

Prova orale maturità 2020 cosa cambia
Prova orale maturità 2020: cosa cambia e quando si avranno novità?

Mancano ancora alcuni mesi all’esame di Maturità 2020, ma il desiderio di sapere come si svolgerà cresce ogni giorno. Il Miur, entro la fine del mese di gennaio, dovrebbe ufficializzare la seconda prova e comunicare le modalità dell’esame orale, che ricordiamo sarà diverso da quello dello scorso anno. Ciò significa che negli ultimi anni l’esame di Stato è cambiato più volte, con buona pace di studenti e professori che ogni anno devono impiegare le proprie energie a comprendere il meccanismo della nuova modalità.

Maturità 2020: torna la traccia di Storia, ma la prova orale?

Quest’anno, ad esempio, per il tema di Italiano è previsto il ritorno della traccia di Storia, dopo l’eliminazione della stessa da parte del ministro Bussetti. Per quanto riguarda il colloquio orale, invece, sparirà il meccanismo delle 3 buste chiuse, ma ancora oggi non è noto come si svolgerà esattamente l’ultima prova dell’esame di Maturità 2020.

Materie Maturità 2020: annuncio entro il 31 gennaio 2020?

Le materie delle prove scritte (c’è attesa di sapere anche se ci sarà un mix come lo scorso anno) usciranno entro la fine di gennaio e al tempo stesso saranno comunicate le nuove modalità della prova orale. Stando a quanto riportano alcuni siti specializzati nel settore scuola, sembra però che le materie siano state già decise e dunque manca solo la loro pubblicazione e ufficializzazione. In merito alle novità di quest’anno, il nuovo ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha spiegato che è in corso d’opera un’ordinanza sugli Esami, un vero e proprio “manuale d’uso” per le commissioni. “Forniremo anche una risposta ai dubbi che stanno emergendo sugli ultimi cambiamenti annunciati come la scomparsa delle ormai famose buste all’orale”, ha affermato il ministro.

Le risposte alle domande di studenti (e professori) dovrebbero quindi arrivare al più presto, presumibilmente entro il 31 gennaio. Non appena saranno ufficializzate, non esiteremo a comunicarvele su queste pagine.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →