Pensioni ultima ora: riscatto laurea 2020 per tutti, arriva l’iter agevolato

Pubblicato il 7 Febbraio 2020 alle 17:54 Autore: Giuseppe Spadaro

Pensioni ultima ora: con una recente circolare n. 6/2020 di fatto risulta ampliata la platea di coloro che possono accedere al riscatto degli anni di laurea

Foto dopo una seduta di laurea
Pensioni ultima ora: riscatto laurea 2020 per tutti, arriva l’iter agevolato

Pensioni ultima ora: dopo aver parlato in questo nostro articolo di come è possibile sopperire ad eventuali buchi contributivi che un lavoratore dovesse riscontrare nella propria carriera professionale vediamo di seguito un altro caso. Ovvero approfondiamo ulteriormente la opportunità di riscattare ai fini contributivi gli anni della laurea. L’argomento è stato oggetto della circolare Inps numero 6 del 2020 del 22 febbraio dello stesso anno in cui si affronta il tema della efficacia dei periodi riscattati mediante versamento dell’onere di riscatto calcolato in base alle norme che disciplinano la liquidazione della pensione con il sistema contributivo.

Pensioni ultima ora, la novità dopo la circolare Inps n. 6/2020

La novità apportata è la seguente: a poter usufruire del cosiddetto riscatto agevolato sono anche coloro il cui periodo di studi ricade nel periodo precedente al 1996. In tal caso è però da tenere presente che il calcolo degli anni di studio è da considerare tutto col cosiddetto metodo contributivo. È possibile il riscatto agevolato a condizione che il lavoratore sia iscritto ed abbia versati contributi a una delle gestioni Inps. Praticamente, per lo stesso motivo, è escluso chi è iscritto solo a casse professionali. Come anticipato, possono accedere alla formula del riscatto anticipato anche coloro che hanno studiato prima del 1996.

Le condizioni

Pensioni ultima ora – Altre condizioni? Non possono essere considerati gli anni fuori corso. Mentre è possibile chiedere il riscatto per periodi parziali, ovvero per una durata inferiore rispetto agli anni di studio. Altro aspetto fondamentale è quello legato ai costi. Per un singolo anno da riscattare il costo è di 5.260 euro. Il costo è interamente deducibile ai fini fiscali.

– Il riscatto non potrà coprire periodi già sottoposti a contribuzione, come nel caso di uno studente lavoratore che abbia avuto rapporti di lavoro durante il ciclo di studi universitari. Per chi avesse invece svolto incarichi non continuativi, potrà essere riscattato il solo periodo scoperto da contribuzione del corso legale di studi.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →