Pensione anticipata 2020: proroga uscita, la circolare Inps

Pubblicato il 8 Febbraio 2020 alle 12:47 Autore: Guglielmo Sano

Un messaggio pubblicato in questo dall’Inps fornisce delle precisazioni in merito al diritto di accesso alla pensione anticipata riservata alle lavoratrici

Mani donna anziana
Pensione anticipata 2020: proroga uscita, la circolare Inps

Un messaggio pubblicato dall’Inps fornisce delle precisazioni in merito al diritto di accesso alla pensione anticipata riservata alle lavoratrici, ovvero alla cosiddetta “Opzione donna”. L’ultima Legge di Bilancio ha prorogato i termini per la maturazione dei requisiti necessari fino al 31 dicembre 2019.

Pensione anticipata: Opzione donna, proroga dei requisiti

L’Inps chiarisce i dettagli riguardanti l’applicazione della pensione anticipata tramite Opzione donna in seguito alla proroga stabilita dalla Legge di Bilancio 2020. Dunque, si è scelto di ampliare la platea delle potenziali beneficiarie: infatti, potranno andare in pensione anticipatamente anche le lavoratrici che hanno maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2019. Tuttavia, bisogna precisare che per usufruire di tale possibilità, le lavoratrici dovranno necessariamente optare per la liquidazione della pensione con sistema di calcolo contributivo.

Ambito di applicazione e decorrenza

La disposizione è entrata in vigore a partire dal primo gennaio 2020: potranno accedere alla pensione anticipata con Opzione donna anche quelle lavoratrici che, appunto, entro il 31 dicembre 2019, hanno maturato un’anzianità anagrafica pari o superiore a 58 anni per quanto riguarda le dipendenti, o pari o superiore ai 59 anni per quanto riguarda le lavoratrici autonome (tali requisiti anagrafici non sono adeguati agli incrementi della speranza di vita).

Quindi, a proposito della decorrenza della pensione anticipata, l’ente passa a elencare le casistiche che potrebbero porsi: 12 mesi dalla data di maturazione dei requisiti previsti, nel caso in cui il trattamento previdenziale sia liquidato a carico delle forme di previdenza dei lavoratori dipendenti; 18 mesi dalla data di maturazione dei requisiti previsti, nel caso in cui il trattamento sia liquidato a carico delle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi.

Resta da precisare che le lavoratrici, naturalmente se hanno perfezionato i requisiti entro il 31 dicembre 2019, possono usufruire di tale modalità di pensionamento anticipato anche dopo la prima decorrenza utile.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →