San Valentino festa 2020: perché si festeggia e Doodle Google

Pubblicato il 14 Febbraio 2020 alle 14:11 Autore: Daniele Sforza

San Valentino festa degli innamorati, cade il 14 febbraio, ma perché si festeggia proprio in questa data? Intanto anche Google la celebra.

San Valentino festa 2020 perché si festeggia
San Valentino festa 2020: perché si festeggia e Doodle Google

San Valentino festa degli innamorati, ogni anno cade il 14 febbraio, giorno ormai da segnare sul calendario per le aziende di marketing, che prima di questo giorno spingono gli innamorati a farsi regali e a celebrare materialmente il puro valore dell’amore. Tralasciando questioni di mera pubblicità, tra gli utenti sorge una domanda più che interessante sulla ricorrenza di San Valentino: perché si festeggia, e perché si celebra esattamente il 14 febbraio?

Borghi e destinazioni dove andare il weekend del 14 febbraio per lei e per lui

San Valentino festa degli innamorati: perché si festeggia?

Il 14 febbraio è il giorno di San Valentino: tutti lo conosco come il santo patrono e protettore degli innamorati, ma in pochi probabilmente conoscono la sua storia. Altra ricorrenza di metà febbraio: nell’antica Roma era periodo di Lupercalia, che di fatto era una festa a tema sulla fertilità, e quindi sull’amore e sulla passione, e cadeva proprio in questi giorni, attorno al 14 febbraio.

San Valentino fu uno dei martiri che morì nel III secolo a Roma (venne decapitato) ma su di lui si conoscono poche cose. Come Il Post ricorda, perfino Papa Gelasio, quando nel 469 istituì la sua festa, lo ricordò come un uomo di indubbia reverenza, ma i suoi atti erano noti solo al Signore. “Quel” San Valentino non è certo l’unico, visto che ci sono anche altre persone a cui la festa degli innamorati si può ricondurre. Ci fu un San Valentino di Terni, città della quale divenne vescovo; un sacerdote romano e un vescovo che operava in Nord Africa.

La religiosità di San Valentino, insomma, non sembra essere molto rilevante, e sicuramente è inferiore alla fama letteraria, rinvigorita da Geoffrey Chaucer, che ne rivitalizzò il ruolo (appellandosi presumibilmente alla propria fantasia) associando la sua persona a questioni d’amore e sentimentali. La tendenza di associare il Valentino all’amore e il santo al protettore degli innamorati divenne così molto forte nell’ambiente anglosassone, trasferendosi poi negli Stati Uniti.

Gli auguri per la festa degli innamorati: frasi romantiche e messaggi d’amore

San Valentino festa degli innamorati: il Google Doodle celebrativo

Anche Google ha deciso di omaggiare la festa di San Valentino con un simpatico doodle dove sono protagonisti due alieni distanti tra loro, ma innamorati, che guardano assorti e con gli occhi a curoricino i regali che si sono reciprocamente scambiati. Amore senza confini, insomma, anche fuori dal nostro pianeta. “Oggi l’amore è nell’aria in tutto l’universo!”, il clailm di Big G per l’occasione, che ha anche ricordato che “anche se le persone a cui volete bene sono lontane anni luce, speriamo che lo spazio che vi separa non vi impedisca di esprimere i vostri sentimenti”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →