Bonus asilo nido 2020: nuova modalità domanda, ecco le istruzioni Inps

Pubblicato il 17 Febbraio 2020 alle 14:39 Autore: Guglielmo Sano

Bonus asilo nido: al via le richieste. L’Inps precisa che, per chi già avesse richiesto in precedenza il beneficio, la domanda sarà precompilata

Coppia di genitori
Bonus asilo nido 2020: nuova modalità domanda, ecco le istruzioni Inps

Bonus asilo nido: con una recente circolare, l’Inps comunica che è possibile inviare le domande per richiedere il beneficio. Sempre l’ente precisa che per chi già lo avesse richiesto in precedenza la domanda sarà precompilata.

Bonus asilo nido: al via le domande

La circolare numero 27 licenziata il 14 febbraio 2020 dall’Inps fornisce tutte le indicazioni necessaria per effettuare la domanda relativa al bonus asilo nido. Innanzitutto, da precisare che la Legge di Bilancio per l’anno in corso ha portato l’importo massimo del beneficio a quota 3mila euro – 272,72 euro mensili – per i nuclei familiari con Isee minorenni pari o inferiore ai 25mila euro, invece, per chi ha un Isee compreso tra i 25.001 e i 40mila euro il bonus avrà un importo di massimo 2.500 euro (227,27 euro mensili).

Al di sopra della soglia dei 40mila euro, invece, l’assegno non potrà superare i 1.500 euro (136,37 euro mensili a eccezione dell’undicesima rata che eventualmente non potrà oltrepassare quota 136,30 euro). Da precisare inoltre che l’importo del bonus non verrà erogato soltanto in base al reddito complessivo della famiglia ma anche prendendo in considerazione i mesi di effettiva frequenza dell’asilo.

L’esordio della domanda precompilata

La richiesta per il bonus asilo nido, nel 2020, potrà continuare a essere inoltrata secondo le consuete modalità, d’altra parte, come sottolinea l’Inps nel succitato messaggio: “per i genitori che abbiano già presentato domanda di bonus nido nel 2019, per la quale sia presente nella procedura INPS la documentazione di spesa valida riferibile ad almeno una delle mensilità da settembre a dicembre 2019, la domanda verrà precompilata sulla base delle informazioni contenute nella richiesta di bonus preesistente”.

Dunque, precisa sempre l’ente, “la domanda 2020 potrà essere pertanto inoltrata confermando o modificando i dati precaricati in procedura, avendo cura di specificare, relativamente al beneficio di cui all’articolo 3 del D.P.C.M. del 17 febbraio 2017, le mensilità per le quali si intende richiedere il bonus per l’anno 2020 e allegando la documentazione prevista nel paragrafo successivo”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →