Quanto guadagna un tabaccaio in Italia e stipendio lordo-netto

Pubblicato il 18 Febbraio 2020 alle 09:08 Autore: Daniele Sforza

Quanto guadagna un tabaccaio nel nostro Paese in media e qual è il suo stipendio lordo e netto: proviamo a dare una risposta.

Quanto guadagna un tabaccaio in Italia
Quanto guadagna un tabaccaio in Italia e stipendio lordo-netto

Vi siete mai chiesti a quanto ammonta il guadagno di un tabaccaio? Molti utenti hanno fatto questa domanda a Google, probabilmente perché hanno pensato di aprire una tabaccheria o per pura e semplice curiosità. Rispondere a questa domanda in modo universale, comunque, risulta piuttosto complesso, poiché bisogna bilanciare tra le entrate e le uscite, con tutte le relative variazioni. Ad esempio, il peso dell’affitto è diverso in un paesino invece che in una grande città, ma anche le utenze e ovviamente la zona di commercio (affollata o meno). Proveremo comunque a fornire una risposta adeguata su quanto guadagna un tabaccaio in Italia e a quantificare il suo stipendio lordo-netto.

CEO: cosa fa e quanto guadagna in un’azienda in Italia

Come guadagna un tabaccaio in Italia e cos’è l’aggio

Un tabaccaio guadagna dalle vendite di sigarette, gratta e vinci, oggettistica varia (se ne è provvisto), biglietti d’auguri e via dicendo. Il suo guadagno dipende pertanto dal numero di prodotti che vende e dal loro prezzo. Per quanto riguarda le sigarette, ad esempio, occorre moltiplicare il prezzo di vendita del prodotto per il numero dei pacchetti che sono stati venduti. Il guadagno del tabaccaio è rappresentato dal differenziale tra il prezzo di vendita e il costo d’acquisto, e da questo il lavoratore ricava una percentuale, quantificata attorno al 10%. Pertanto, se un pacchetto di sigarette costa 6 euro e il tabaccaio in una giornata ne ha venduti 50, il suo guadagno sarà di 30 euro (il 10% di 300 euro). Tale percentuale si chiama aggio e ovviamente si applica anche sugli altri prodotti venduti dal tabaccaio: sui gratta e vinci (il ricavo è l’8%), ma anche sulle marche da bollo (5%), sulle ricariche telefoniche e sulle vendite degli accendini, laddove l’aggio varia sempre tra le stesse percentuali.

Quanto guadagna un docente: stipendio e importo lordo in Italia

Quanto guadagna un tabaccaio in Italia: lo stipendio medio

Abbiamo affrontato l’argomento delle entrate, a cui però va sottratto quello delle uscite: il costo dell’affitto del negozio, se non è di proprietà, il pagamento delle utenze, le spese di contabilità, gli stipendi dell’eventuale personale di lavoro, ovviamente la tassazione sui redditi. Possiamo alla fine concludere che lo stipendio medio di un tabaccaio si aggira attorno ai 1.300 euro, anche se il guadagno può salire (dipende dai fattori che abbiamo citato in precedenza) fino a 4.000-5.000 euro.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →