Poste Italiane: bonifico o postagiro, ecco che differenza c’è

Pubblicato il 19 Febbraio 2020 alle 12:45 Autore: Guglielmo Sano

Poste italiane: cosa cambia tra un bonifico bancario e un postagiro? Quali sono le tempistiche, le modalità e i tempi di accredito

Dollari
Poste Italiane: bonifico o postagiro, ecco che differenza c’è

Poste italiane: cosa cambia tra un bonifico bancario e un postagiro? Quali sono le tempistiche, le modalità e i tempi di accredito nel primo e nel secondo caso. Di seguito un breve sommario delle condizioni dell’uno e dell’altro.

Poste Italiane: che differenza c’è tra bonifico e Postagiro?

In generale, si può dire che il bonifico sia bancario che postale permette di trasferire denaro tra conti corrente anche non dello stesso istituto (tra banche diverse, tra banche e Poste Italiane, in pratica). Il Postagiro, invece, consente di trasferire denaro soltanto tra conti correnti postali: sostanzialmente è uno strumento che può essere utilizzato solo all’interno del circuito di Poste Italiane.

Bonifico bancario: come si fa, costi e tempistiche di accredito

Come molti sanno, per effettuare un bonifico bancario bisogna essere in possesso di un conto corrente o di una carta prepagata con Iban. Dopo aver inserito l’importo che si intende trasferire, basta inserire il nome del destinatario e il suo codice Iban per effettuarlo: gli stessi dati servono anche se il bonifico viene effettuato allo sportello fisico del proprio istituto e non solo tramite internet banking.

Le tempistiche di accredito così come i costi variano molto da istituto a istituto: se il bonifico viene effettuato tra conti della stessa banca ci vorranno poche ore, non più di una settimana tra istituti diversi, parallelamente, ci sono istituti che offrono la possibilità di effettuare qualsiasi bonifico senza vedersi applicate commissioni di sorta altri fanno pagare al mittente circa 2 euro.

Bonifico postale e Postagiro: le differenze

Una grossa differenza tra bonifico bancario e postale è che quest’ultimo prevede un limite alla somma da inviare: 15mila euro per operazioni online e 5mila tramite app di Poste Italiane (d’altra parte, nessun limite è previsto per i bonifici postali effettuati allo sportello). Di solito per l’accredito nel caso di un bonifico postale serve una giornata lavorativa e il costo, per l’Italia, è stabilito nella misura di un euro (2 euro e 50 centesimi allo sportello).

L’operazione necessaria e i costi per effettuare un Postagiro sono identici a quelli di un bonifico postale; come si diceva, l’unico differenza è che quest’ultimo può essere utilizzato solo per inviare denaro da un conto postale all’altro.   

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →