Pensioni ultima ora: Durigon attacca Elsa Fornero su Quota 100

Pubblicato il 24 Febbraio 2020 alle 17:43 Autore: Giuseppe Spadaro

Pensioni ultima ora: il deputato della Lega Claudio Durigon, ex sottosegretario del Governo Conte I, ha attaccato Elsa Fornero e difeso Quota 100.

Uomo anziano fotografato di spalle su una panchina
Pensioni ultima ora: Durigon attacca Elsa Fornero su Quota 100

Pensioni ultima ora: cosa succederà in futuro in Italia dal punto di vista previdenziale ancora è presto per dirlo. Certamente ci sono in ballo il destino di misure attualmente in vigore come Quota 100. Ricordiamo che si tratta di una misura di pensione anticipata voluta dal Governo Conte I che dà e darà la possibilità sino al 31 dicembre 2021 di andare in pensione a tutti coloro che hanno raggiunto i due requisiti base: 62 anni di età e 38 anni di contributi versati.

Pensioni ultima ora, resta Quota 100?

Nel frattempo, a fine gennaio 2020, è iniziato il confronto tra le organizzazioni sindacali ed il governo. L’obiettivo è la definizione di una riforma previdenziale che consenta di superare Quota 100 oltre che l’impostazione della riforma Fornero. Il dibattito è aperto. E al momento sono in piedi molte soluzioni. Per esempio di recente, almeno stando alle voci che circolano, è tornata di attualità l’ipotesi di lasciare in piedi Quota 100 anche dopo la sua scadenza naturale fissata come detto a fine 2021. Negli ultimi giorni, abbastanza a sorpresa, si è espressa in questa direzione il ministro per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone del Movimento 5 Stelle. Ecco le sue parole: “Per noi Quota 100 resta, è importante e ci teniamo a mantenerla in piedi. Si potrà eventualmente valutare se portarla a Quota 101, ma sono valutazioni preliminari. Il trenino di prova di Quota 100 rimane dov’è”. Parole nette che dovranno tuttavia essere confrontate con le altre posizioni esplicitate da altri esponenti della maggioraza.

Durigon contro Fornero: approccio demagogico su Quota 100

Pensioni ultima ora – Sempre Quota 100 è stato oggetto dell’ultimo scontro dialettico tra il deputato della Lega ed ex sottosegretario del governo Conte I Claudio Durigon e l’ex ministro del Lavoro del governo Monti Elsa Fornero. Il primo, come riferito da Adnkronos, ha attaccato la seconda per la posizione di assoluta contrarietà dell’economista rispetto a Quota 100.

Per Durigon “dall’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero c’è un approccio demagogico su quota 100 che per un professore mi stupisce. Se si pensa che dopo 3 anni si crea un effettivo scalone significa che non ha capito l’essenza di questa quota 100. Posso accettare la demagogia da politici, ma da un professore è un po’ basso profilo. Quota 100 è soltanto uno strumento per svuotare questo bacino creato dalla sua legge per poi dare una riforma effettiva dopo i 3 anni. Quello che oggi sta provando a fare il governo incontrando le imprese e i sindacati”. Infine ha affermato l’ex sottosegretario al Lavoro “non c’è un’emergenza, abbiamo due anni davanti. Anzi visto che il costo di Quota 100 è minore di quello previsto forse Quota 100 può essere uno strumento effettivo da mantenere per sempre”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →