Governo ultime notizie: fase 2 e fase 3 coronavirus. In cosa consistono

Pubblicato il 2 Aprile 2020 alle 15:14 Autore: Alessandro Faggiano

Governo ultime notizie: fase 2 e fase 3 coronavirus. In cosa consistono. Lo spiega il premier Giuseppe Conte. Tempistiche ancora non definite.

Governo ultime notizie: fase 2 e fase 3 coronavirus. In cosa consistono
Governo ultime notizie: fase 2 e fase 3 coronavirus. In cosa consistono

Le misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da covid-19 sono state prorogate, in toto, fino al 13 aprile (incluso). Niente Pasqua e pasquetta per gli italiani: la notizia era stata data già nei giorni scorsi e non c’erano più dubbi sull’impossibilità di sollevare alcune delle restrizioni imposte dai primi di marzo. Nonostante si sia raggiunto il picco epidemico in alcune Regioni – specialmente in quelle colpite prima di tutte dall’emergenza -, la strada è ancora lunga. Il capo della protezione Angelo Borrelli invita a non abbassare la guardia, chiedendo di proseguire su una strada che sta portando a dei miglioramenti importanti: uno su tutti, il sollievo sui reparti di terapia intensiva. L’obiettivo principale del confinamento era proprio quello di evitare una saturazione delle terapie intensive (com’è successo in Lombardia).

Clicca qui per tutti i dati e le statistiche sull’epidemia da covid-19 in Italia.

Governo, ultime notizie: verso la fase 2 dell’emergenza

I numeri del contagio sembrano comunque abbastanza confortanti e bisogna cominciare a pensare a come e quando riaprire. Un processo graduale che è stato sintetizzato in “fase 2” e “fase 3” dell’emergenza coronavirus. “La fase due è quella di convivenza con il virus mentre la fase tre è l’uscita dell’emergenza con il ripristino delle attività normali. È la fase della ricostruzione e del rilancio economico e sociale”. Così l’ha descritta il premier Giuseppe Conte.

La seconda fase potrebbe essere proprio quella legata alla prima riapertura parziale delle attività, a cominciare probabilmente dalle fabbriche – ultime attività a chiudere temporaneamente i battenti -. Il contraccolpo economico è imponente e dovrebbe essere la prima misura ad essere sollevata. Con la regressione del numero dei casi attivi e l’incremento di persone che sviluppano le difese contro il virus (dopo averlo contratto), si potrà tornare gradualmente alla piena attività. Come è stato anticipato in più occasioni, bar, locali, pub e ristoranti potrebbero essere le ultime attività a riaprire. Proprio la riapertura di tutti gli esercizi commerciali dovrebbe corrispondere all’inizio vero e proprio della terza e ultima fase, quella che dovrebbe prevedere un forte investimento per il rilancio dell’economia e la messa in atto di un gran piano di ripresa, che riesca a risollevare la condizione di tante famiglie a rischio e fortemente colpite dalla peggior crisi del secolo.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →