Pensioni ultime notizie: pensione minima a 780 euro per tutti. Il piano

Pubblicato il 14 Aprile 2020 alle 08:00
Aggiornato il: 15 Aprile 2020 alle 16:01
Autore: Daniele Sforza

Pensioni ultime notizie: c’è ancora la volontà di alzare la pensione minima a 780 euro per tutti? LE ultime sulla riforma previdenziale.

Pensioni ultime notizie: aumento età pensionabile nel 2021? L’ipotesi
Pensioni ultime notizie: pensione minima a 780 euro per tutti. Il piano

Pensioni ultime notizie: prima dell’emergenza Coronavirus il piano del governo era quello di varare una riforma generale del sistema pensionistico, di concerto con i sindacati. Erano stati anche organizzati degli appositi tavoli di confronto per capire i punti principali da trattare. Con l’arrivo del virus in Italia, tutto è stato congelato. E chissà se tornerà mai come prima.

Pensioni ultime notizie: pensione minima a 780 euro per tutti, anche dopo?

Secondo alcune voci il governo non avrebbe affatto messo in cantiere l’ipotesi di riformare il sistema pensionistico, una volta terminata l’emergenza Coronavirus, verso la quale tuti gli sforzi del governo sono ora concentrati. Tra i piani previsti vi era anche l’occasione di alzare l’importo delle pensioni minime a 780 euro per tutti, concretizzando così l’idea originaria della pensione di cittadinanza elevandola a quell’importo, come nei piani originari del Movimento 5 Stelle. Stando ad alcuni calcoli, la misura interesserebbe oltre 4 milioni di pensionati, i quali percepiscono un importo inferiore a 780 euro al mese. La misura costerebbe 10 miliardi di euro annui, una cifra ingente che oggi sarebbe ancora più difficile da sostenere.

Pensioni ultime notizie: cosa succederà alla riforma del sistema pensionistico?

Il problema erano, sono e saranno le risorse da investire. Ad oggi non è ancora dato sapere se dopo l’emergenza Coronavirus le pensioni avranno ancora uno scalino prioritario. Certamente il governo dovrà lottare su più fronti e investire risorse per rilanciare l’economia e l’occupazione di un Paese allo stremo. Dai lavori autonomi, alle imprese costrette a chiudere due mesi, senza dimenticare le decisioni che saranno prese con l’Eurogruppo (MES o non MES?). Insomma, l’impressione al momento è che finita l’emergenza sanitaria, le priorità saranno altre rispetto alla riforma del sistema pensionistico. A meno che non si riescano a trovare le risorse sufficienti, anche nel corso dei prossimi 12-24 mesi, per poi mettere a punto le misure previdenziali, come l’aumento della soglia della pensione minima a 780 euro per tutti.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →