Sondaggi politici Noto: gli italiani bocciano il reddito di cittadinanza

Pubblicato il 6 Ottobre 2020 alle 09:56
Aggiornato il: 7 Ottobre 2020 alle 10:32
Autore: Andrea Turco
sondaggio, sondaggi noto, sondaggi politici noto, sondaggi elettorali noto

Sondaggi politici Noto: gli italiani bocciano il reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza e quota 100 sono state messe sotto la lente di ingrandimento dai sondaggi politici Noto per QN. L’istituto guidato da Antonio Noto ha chiesto agli italiani di esprimere un giudizio sulle misure cardine del fu governo giallo verde. A fine settembre, partecipando al Festival dell’Economia di Trento, il premier Conte ha annunciato che il reddito di cittadinanza “verrà migliorato e completato” mentre quota 100 “essendo un progetto di riforma che veniva a supplire un disagio sociale, non verrà rinnovata”. Ma i pensieri del capo del governo collimano con quelli dei suoi connazionali? Leggendo i dati rilevati da Noto sembrerebbe di no. In merito al reddito di cittadinanza, i giudizi negativi sulla misura superano quelli positivi. Il 40% degli italiani vorrebbe che la legge venisse abrogata, il 44% chiede una sua revisione introducendo dei limiti d’accesso (in un sondaggio TP questa percentuale supera l’80%). Solo il 7% ritiene che vada bene così com’è e non abbia bisogno di modifiche mentre il 9% non si esprime. A chiedere un “tagliando” del reddito di cittadinanza è il 64% dell’elettorato dei Cinque Stelle tra cui si cela anche un quarto che non apporterebbe modifiche. Negli altri elettorati è invece maggioritaria la percentuale di chi ne vuole l’abrogazione. E’ di questa idea la maggioranza degli elettori di centrodestra ma anche il 55% degli elettori Pd, alleati di governo del Movimento.

Sondaggi politici Noto: quasi un italiano su due vuole la proroga di quota 100

Se si va a prendere in esame quota 100, cavallo di battaglia della Lega, i giudizi cambiano. E di molto. Il 45% degli italiani pensa che la riforma delle pensioni vada bene così com’è. Il 20% ritiene che vada modificata mentre una percentuale è sulla linea del presidente del Consiglio. Infine c’è un 15% di persone che non si esprime. Andando a vedere i giudizi in base all’appartenenza politica scopriamo che nel Pd prevale chi vorrebbe un abrogazione di quota 100 (41%) mentre nel M5S sono ancora in molti a ritenere giusta la riforma (38%). Nel centrodestra, invece, c’è sintonia: la maggioranza degli elettorati di Lega (72%), Fratelli d’Italia e Forza Italia (entrambi 60%) vorrebbero che quota 100 non venisse toccata.

sondaggi politici noto
Fonte: Noto

Sondaggi politici Noto: nota metodologica

Data di realizzazione tra il 29 e 30 settembre 2020. Estensione: territorio nazionale. Campione: Panel Omnibus rappresentativo della Popolazione italiana maggiorenne. Tecnica di somministrazione delle interviste: Tempo Reale. Consistenza numerica del campione: mille. Rispondenti. 92%.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →