Elezioni USA, il voto in base a etnia, istruzione, reddito, età

Pubblicato il 5 Novembre 2020 alle 16:56
Aggiornato il: 6 Novembre 2020 alle 21:28
Autore: Gianni Balduzzi
Elezioni USA

Elezioni USA, il voto iin base a etnia, istruzione, reddito, età

Le elezioni USA sono ancora in svolgimento in un certo senso, perchè le schede stanno vendendo ancora contate, e solo alla fine dell’esame di tutte le schede arrivate via posta sapremo se Trump continuerà a essere presidente o lascerà il posto allo fidante Biden.

Ma naturalmente gli exit polls sugli elettori per capire anche in questa occasione chi ha votato chi hanno sono stati già realizzati.

Il New York Times ha intervistato 15.590 persone, e dai dati è possibile osservare se e quanto gli americani sono spaccati lungo le proprie differenze razziali, di reddito, di istruzione, ecc davanti alla scelta del presidente.

Il divario maggiore è su base razziale. I bianchi votano Trump in maggioranza, 57% a 42%, mentre coloro che non lo sono scelgono Biden con un margine ancora maggiore, 72% a 26%.

In particolare sono gli uomini bianchi i più trumpiani. Tra loro il presidente vince con il 58%, ma prevale anche tra le donne bianche, con il 55%.

Tra le minoranze le differenze tra uomini e donne sono maggiori, gli uomini neri scelgono Biden per l’80%, ma le donne addirittura per il 91%.

Idem, tra gli uomini ispanici Biden ha il 61%, tra le donne il 70%

Elezioni USA
Fonte; Nytimes

Si registra proprio tra i maschi neri e ispanici un maggior favore verso i repubblicani che nelle altre elezioni USA. È un dato che ha contribuito a un risultato più favorevole per il presidente.

Questi numeri si incrociano poi con quelli riguardanti l’età. Ancora una volta sono i più giovani i più democratici, visto che tra chi ha tra i 18 e i 24 anni Biden vince con il 67%. Tra i più vecchi però le differenze non sono enormi. Trump perde con il 42% tra i 25-29enni, mentre avrebbe più voti tra i trentenni, con il 45%, che tra i 40enni, tra cui ha il 43%.

E vince con il 51% tra chi ha più di 50 anni.

Elezioni USA
Fonte; Nytimes

Elezioni USA, Trump vince tra i ricchi ma non tra i ricchissimi

Passando al parametro istruzione appare evidente come in altre elezioni USA che i democratici hanno più voti tra chi ha un titolo maggiore: Biden raggiunge il 62% tra chi ha una laurea di secondo livello. Tra gli altri il gap è minore. Tra chi ha una laurea di primo livello Biden vince ancora, ma solo con il 51%, mentre vi è parità con Trump davanti di un punto tra chi ha una laurea breve. Biden prevale sempre con il 52% tra coloro che hanno frequentato il college ma senza alcun titolo, mentre tra chi non vi è andato a vincere è Trump con il 51%

Elezioni USA
Fonte; Nytimes

Il reddito infine. Trump perde in tutti gli scaglioni di reddito tranne che in quello tra i 100 mila e i 200 mila dollari annui a famiglia in cui vince con il il 57%. Non è quello più ricco, vi sono anche i nuclei con più di 200 mila euro, e tra cui invece prevale 47% a 43% Biden.

Biden che vince anche tra i più poveri, sotto i 30 mila dollari, con il 57%, tra chi ha tra 30 e 50 mila dollari, con il 58%, e infine tra chi ne ha tra 50 e 100 mila, in questo caso con il 56%

Elezioni USA
Fonte; Nytimes

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →