Zona arancione: spostamenti amici e parenti, cosa cambia

Pubblicato il 13 Gennaio 2021 alle 11:18 Autore: Guglielmo Sano
Zona rossa e zona arancione su tutta Italia: come cambiano le regole?

Zona arancione: spostamenti amici e parenti, cosa cambia

Tra l’11 e il 15 gennaio tutta l’Italia è in zona gialla, nessuna regione è in zona rossa ma 5 si trovano in zona arancione. Si tratta di Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. Quali sono le regole che devono rispettare i loro abitanti per quanto riguarda spostamenti in generale e visite a parenti e amici?

5 regioni in zona arancione fino al 15 gennaio

A prescindere dal “colore” della regione, in tutta Italia è attualmente valido il coprifuoco tra le ore 22 e le ore 5: in questa fascia oraria sono consentiti gli spostamenti soltanto se giustificati da motivi legati a urgenze improrogabili. Inoltre, fino al 15 gennaio, se non per motivi di lavoro, salute e necessità, è vietato spostarsi tra una regione e l’altra.

  • Ora, a proposito degli spostamenti in generale, in zona gialla è consentito spostarsi liberamente (senza autocertificazione) sull’intero territorio regionale tra le 5 e le 22: questo significa anche che è possibile andare a far visita a parenti e amici senza limitazioni.
  • In zona arancione, invece, ci si può spostare liberamente tra le 5 e le 22 soltanto nel proprio comune di residenza (per uscire dai confini comunali serve l’autocertificazione).
  • Capitolo a parte quello che riguarda chi abita in un comune al di sotto dei 5mila abitanti: sia in zona gialla che arancione, consentito lo spostamento senza limitazioni entro 30 chilometri dal proprio comune (quindi si può far visita a parenti e amici anche se si trovano in un’altra regione) ma con divieto di recarsi in un capoluogo di provincia.

Cosa potrebbe cambiare dal 18 gennaio?

Come si diceva, al momento, sono 5 le regioni in zona arancione (Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto): tuttavia, considerando l’andamento dell’epidemia, a partire da lunedì 18 gennaio (quando dovrebbero entrare in vigore le regole disposte dal nuovo Dpcm) molte altre potrebbero transitare nella fascia di rischio “media” (mentre la Lombardia – forse anche Veneto ed Emilia Romagna – pare destinata addirittura alla zona rossa). Si tratta di Piemonte, Lazio, Liguria e Marche ma anche di Puglia, Molise, Umbria e Sardegna.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →