Aumento prezzi: in arrivo una nuova stangata? Le previsioni

Pubblicato il 28 Ottobre 2021 alle 09:00 Autore: Guglielmo Sano
Aumento prezzi: in arrivo una nuova stangata? Le previsioni

Aumento prezzi: in arrivo una nuova stangata? Le previsioni

Aumento prezzi: la crescita sensibile dei costi dei carburanti solo l’inizio di una stagione di forti rincari. A lanciare l’allarme diverse associazioni di consumatori: secondo le previsioni, il prossimo Natale potrebbe essere particolarmente salato per le famiglie italiane.

Aumento prezzi: in arrivo la stangata di Natale

Aumento prezzi: il rincaro del costo dei carburanti non colpirà solo le tasche di automobilisti e imprese. Infatti, l’aumento di benzina, gpl, diesel – insieme a quello dell’energia – potrebbe determinare un effetto domino per cui potrebbero impennarsi anche i prezzi di moltissimi altri prodotti. Molte associazioni per i diritti dei consumatori stanno evidenziando il pericolo e chiedendo interventi (magari in sede di varo della prossima Legge di Bilancio).

In ultimo il Codacons lancia l’allarme in vista, soprattutto, del prossimo Natale. A parità di consumi con il periodo pre epidemia (Natale 2019) gli italiani potrebbero arrivare a spendere quasi un miliardo e mezzo di euro in più. Tra l’altro, l’aumento dei prezzi più consistente riguarderà gli alimentari (con il costo di pandori e panettoni, per esempio, che potrebbe segnare un +10%). Col segno più davanti anche il costo di viaggi (+7%) e regali (+5%).

100 milioni in più per la spesa alimentare

Aumento prezzi: senza prevedere interventi di calmierazione e stimando che il dato di crescita del rincaro si stabilizzi ai livelli attuali, il Codacons ritiene che per la spesa alimentare natalizia gli italiani potrebbero arrivare a spendere circa 100 milioni di euro in più rispetto al 2019 per organizzare il cenone (+4%). Ad aumentare di più, come si diceva, il costo di pandori e panettoni ma anche quello di pasta e pane (sempre del 10%).

I maggiori costi di carburante ed energia potrebbero, quindi, colpire anche il costo dei regali, soprattutto quelli tecnologici (le famiglie potrebbero spendere quasi 500 milioni in più). Sempre per l’aumento di carburanti ed energia, stima il Codacons, potrebbe aggirarsi intorno ai 900 milioni l’aumento della spesa per le vacanze natalizie.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →