Vaccino bambini under 12: somministrazione a dicembre? Le ultime notizie

Pubblicato il 9 Novembre 2021 alle 08:00 Autore: Guglielmo Sano
Vaccino bambini under 12: somministrazione già a dicembre? Le ultime notizie

Vaccino bambini under 12: somministrazione a dicembre? Le ultime notizie

Vaccino bambini: potrebbe mancare pochissimo al via libera dell’Ema, l’Agenzia del Farmaco Europea, alla somministrazione anche per gli under 12, i bambini da 11 a 5 anni. Subito dopo arriverà anche la bollinatura dell’Aifa, omologa autority italiana. Le prime dosi per questa fascia d’età forse già a dicembre.

Vaccino bambini: atteso via libera da Ema e Aifa

Vaccino bambini: entro qualche giorno potrebbe arrivare l’ok dell’Ema, l’Agenzia del Farmaco Europea, alle somministrazioni del composto anti-coronavirus anche per i bambini tra gli 11 e i 5 anni, al momento esclusi dalla campagna di immunizzazione. Subito dopo anche l’Aifa, l’autority italiana per i farmaci, dovrebbe confermare la decisione. Forse già a dicembre le prime dosi per gli under 12 ha confermato di recente il Ministro della Salute Speranza.

A fargli eco il sottosegretario alla Salute Sileri, nella sua ultima intervista al Corriere della Sera, che si aspetta qualche resistenza da parte dei genitori. Anche nella fascia 12-15 anni d’altronde la percentuale di vaccinati è bassa ricorda lo stesso Sileri, tuttavia, “mi auguro che almeno la metà dei 3,2 milioni italiani tra i 5 e gli 11 anni, si vaccini. Prima ancora che per bloccare la circolazione del virus, nell’interesse dei bambini”.

Cosa dicono i pediatri?

Vaccino bambini: somministrazione per gli under 12 e terza dose per tutti, si va delineando la traiettoria di una nuova fase della campagna di immunizzazione. Detto ciò, la questione della somministrazione dei composti anti-coronavirus dagli 11 ai 5 anni resta dibattuta. È vero che per i più piccoli è già previsto un folto numero di vaccinazioni obbligatorie, d’altro canto, i vaccini Pfizer e Moderna (quelli che dovrebbero essere usati per coprire gli under 12) sono basati su una tecnologia “sperimentale” (ad Rna messaggero).

Per questo motivo alcuni ricercatori ritengono si debba procedere con cautela in questa direzione: in sostanza, anche se gli studi in merito finora non hanno evidenziato alcun pericolo legato alla somministrazione dei composti, sarebbe meglio aspettare studi più approfonditi prima di prevedere la vaccinazione sotto i 12 anni (per esempio, bisogna ridurre la dose rispetto agli adulti?). Posto questo, la Società Italiana di Pediatria ha preso una posizione netta sul tema per voce del suo Presidente Giuseppe Di Mauro: “il vaccino in età pediatrica è sicuro, privo di effetti indesiderati, e raggiunge lo scopo”, inoltre, “immunizzare i bambini significa spezzare una volta per tutte la catena dei contagi”.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →