Alto Adige zona gialla: le altre regioni che rischiano il cambio colore

Pubblicato il 6 Dicembre 2021 alle 08:00 Autore: Guglielmo Sano
Alto Adige zona gialla: le altre regioni che rischiano il cambio colore

Alto Adige zona gialla: le altre regioni che rischiano il cambio colore

Alto Adige zona gialla da lunedì 6 dicembre 2021: la provincia autonoma di Bolzano si aggiunge al Friuli Venezia Giulia – che ha cambiato la settimana scorsa – nel giorno dell’esordio del Green pass a doppia velocità. Tutto il resto del paese al momento resta in zona bianca, la fascia di rischio più “bassa”, tuttavia anche altri territorio rischiano l’irrigidimento delle restrizioni entro Natale.

Alto Adige zona gialla da lunedì 6 dicembre 2021

Alto Adige zona gialla da lunedì 6 dicembre: la provincia di Bolzano si aggiunge al Friuli Venezia Giulia che ha cambiato colore già la scorsa settimana. Il territorio autonomo ha superato tutti i limiti entro cui è possibile evitare l’irrigidimento delle restrizioni (anche se già dal 22 novembre, via ordinanza del Presidente Kompatscher era scattato il divieto di assembramento, l’obbligo di mascherina all’aperto, la chiusura delle discoteche): i contagi registrati su base settimanale 646 ogni 100mila abitanti (seconda provincia in Italia dopo quella di Trieste per numero di casi a settimana), rilevato un tasso di occupazione dei posti letto in reparto ordinario al 20%, al 17,5% quello relativo ai posti occupati in terapia intensiva.

In parallelo, è scattata la zona rossa per 36 comuni alto atesini (dove l’incidenza settimanale dei contagi ha toccato quota 800 ogni 100mila abitanti e la copertura vaccinale risulta inferiore al 70%): per le cittadine interessate dalla pesante misura, quindi, coprifuoco dalle 20 alle 5, chiusura di bar e ristoranti alle ore 18, serrata totale per cinema e teatri.

Le altre regioni che potrebbero cambiare colore entro Natale

Alto Adige zona gialla da lunedì 6 dicembre (ed almeno per altri 15 giorni), insieme al Friuli Venezia Giulia (che ha cambiato colore già la settimana scorsa ma presto potrebbe retrocedere, addirittura, in zona arancione): d’altra parte, diverse regioni rischiano l’irrigidimento delle restrizioni nel corso delle prossime settimane (forse entro Natale).

Tra due settimane potrebbe colorarsi di giallo il Veneto, a meno che non si inverta l’attuale trend, il cambio di fascia di rischio potrebbe interessare ancora prima la Calabria. A rischio anche Lombardia e Lazio, ancora sotto controllo la situazione in Marche e Liguria che rimangono comunque osservate speciali.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →