[TheChamp-Sharing]

articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Dal Blog: Contro l'(eccesso di) aria condizionata

Sottoscrivo in pieno ciò che dice Metilparaben:

La primavera non ha fatto manco in tempo ad arrivare e nei supermercati già si gela.Non so voi, ma io l’aria condizionata l’ho sempre vista così: per stare freschi dentro casa propria si butta a manetta aria bollente addosso a tutti gli altri; il che, per carità, sarà pure legittimo, ma per come la vedo io non è il massimo della cortesia.Anzi, per quello che vale lo trovo un concetto decisamente menefreghista; che poi, detto per inciso, spesso e volentieri serve principalmente a cagarsi addosso dal freddo in ufficio, e magari doversi coprire, mentre fuori c’è un sole che spacca le pietre: così come in inverno i riscaldamenti a palla costringono la gente a mettersi seminuda quando fuori nevica.Certo, c’è la storia che senza la giusta temperatura non si riesce a lavorare come si deve: circostanza, questa, che ha senz’altro pregiudicato l’opera di gente come Michelangelo, Einstein, Pasteur, i quali disponendo di un impianto di raffreddamento adeguato avrebbero senz’altro fatto grandi cose, invece del poco e niente che hanno combinato.A latere, ma marginalmente, c’è la questione dell’inquinamento, per la quale tuttavia è senz’altro più comodo scagliarsi contro i cattivoni che bruciano il carbone piuttosto che dire due paroline a chi attraverso tale combustione si sollazza le ascelle tenendole al fresco.Io, nel mio studio, l’aria condizionata non ce l’ho. E a lavorare, vi dico la verità, mi pare di riuscirci. Quando fa caldo accosto le persiane, mi metto in maniche di camicia e -orrore- a volte sudo. Poi mi lavo, comunque, ché per fortuna l’acqua mi arriva dritta a casa dal rubinetto e dalla cipolla della doccia. Mi deodoro, anche. E, giuro, di solito non puzzo neanche un po’.Li metterò, i condizionatori, quando non potrò più farne a meno: cioè quando la temperatura di questa città, a causa dell’aria bollente pompata da tutti gli altri per potersi mettere un golfino invece di indossare una polo a maniche corte, sarà così alta da non poter sopravvivere.Anche se nessuno di loro, naturalmente, mi darà un contributo: né per avermi costretto a spendere soldi per l’impianto, né per aver sparpagliato un po’ di inquinamento nell’aria -che è anche la mia- per soddisfare l’insopprimibile smania di starsene al gelo.Pazienza.

[wp_connect_like_button href=”” send_button=”disabled” layout=”standard” width=”600" show_faces=”enabled” verb=”like” colorscheme=”light” font=”arial” ref=”” /]

[w[wp_connect_comments href=”” width=”600" num_posts=”6" colorscheme=”light” /]p>

ultima modifica: giovedì, 3 Maggio 2012

articolo scritto da:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.