•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 23 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Letta verso l’addio al Pd?

Letta

La ferita è aperta e lo sarà ancora per chissà quanto. Enrico Letta non ha affatto digerito lo strappo di Matteo Renzi. Troppo grande l’amarezza. E troppo ridondanti le promesse fattegli dal segretario del Pd sul fatto che “nessuno vuole il tuo posto”. Addirittura l’hashtag #enricostaisereno, che in poche ora ha spopolato sui social network e che adesso, a mente fredda, ha il sapore dello scherno.

Che la delusione sia tanta lo si capisce anche dalla glacialità con la quale si è svolto l’avvicendamento a Palazzo Chigi: quella campanellina che in tutte le precedenti occasioni era stato il pretesto per uno scambio di sorrisi (anche tra due acerrimi rivali come Berlusconi e Prodi) è stata, questa volta, foriera di tanta freddezza, con l’ex Presidente che ha fatto di tutto per non incrociare neanche lo sguardo del successore.

Nelle ultime ore, a suffragare l’ipotesi che tra i due la rottura sarebbe oramai insanabile, si è fatta strada una voce che avrebbe del clamoroso: Letta potrebbe lasciare il Partito democratico. L’indiscrezione, che per non ora non trova alcuna conferma, non viene però smentita da ambienti vicini all’ex premier: “Se Enrico resterà nel partito? Non ha deciso nulla. E’ tutto troppo a caldo. Ma di sicuro ciò che è accaduto non è normale, è stato tutto eccessivo ed eccezionale, è avvenuto un passaggio politico senza precedenti. L’agguato di D’Alema a Prodi è nulla rispetto a ciò che ha subìto Enrico”. Parole pesanti.

letta

Ma di una cosa i lettiani sono sicuri: “Letta non farà un altro partito. La cosa che detesta di più è il velleitarismo, piuttosto smetterà di fare politica”. Ecco, questa sembra essere la chiave di lettura delle prossime mosse, ribadita da un altro fedelissimo di Letta. “Dopo l’agguato di Renzi abbiamo ricevuto decine di migliaia di attestati di solidarietà da militanti ed elettori del Pd, un patrimonio di affetto e di stima che non va disperso anche perché Enrico è un ex premier troppo giovane per andare in pensione…”.

Non un altro partito dunque. Forse un’altra corrente allora? “Nel partito si è aperta una faglia importante e il nostro obiettivo – aggiunge un altro lettiano doc – è creare un’area riformista all’interno del Pd che rappresenti un’alternativa a Renzi. Tanto più che i cuperliani e i bersaniani si sono sciolti come neve al sole”. Dal diretto interessato, per adesso, non arrivano notizie se non questo commento, a metà tra l’ironico e il livoroso: “La squadra di Renzi? Sembra il Letta-bis senza di me. E’ il rimpasto che potevo fare io, anzi io l’avrei fatto meglio e con maggiore incisività”.





L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

47 comments
Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Perché andarsene? Può ancora servire agli interessi del Paese; a meno che non sia stato per quelli che, a suo tempo, entrò in politica...!

Francesco Arena
Francesco Arena

Come si fa a restare in un partito che l'ho a tradito a parte Renzi, anno dimostrato di essere politici opportunisti

Antonio Piatti
Antonio Piatti

Verso la clausura in un monastero del Tibet ...meglio

Settimio Sette Gorgoroni
Settimio Sette Gorgoroni

Letta non ha combinato ASSOLUTAMENTE niente per chi non arriva a fine mese ...pero' a tutte le ragioni ad essere arrabbiato con renzi ..forse Letta E' STATO PUGNALATO ..ALLE SPALLE , nel pd succede abbastanza di frequente.

thecervs
thecervs

potrebbe andare con casini, sono uguali. e se poi vuole ritirarsi dalla politica non lo piangerà nessuno, mentre per fare un'area riformista bisogna essere riformisti non ex-democristiani. il coniglio mannaro è stato mangiato da uno più mannaro di lui. Se ne faccia una ragione

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Un altro partito di sinistra? Attento, guarda RF è allo 0,9%.

Franco Gentile
Franco Gentile

Swe pianta il PD, e ne avrebbe tutte le ragioni, finalmente avremmo il piacere di vedere un uom o con le.......bocce!

Antonio Rossi
Antonio Rossi

I democristiani non si smentiranno mai. MA LUI NON E QUELLO CHE UN GIORNO E L'ALTRO PURE DICEVA DI NON TENERCI ALLA POLTRONA?

Filippo Valera
Filippo Valera

è stato fatto fuori con un atto di cannibalismo dal suo stesso branco

Gabriele Cantelli
Gabriele Cantelli

Letta è una persona troppo seria per convivere nel PD con Renzi al quale nessun compagno gli ha ancora detto che la faccia se la è già giocata con un comportamento inaccettabile.

Davide Bolli
Davide Bolli

Partito di fossili inutili x la società

Angelina Di Gregorio
Angelina Di Gregorio

Forse potrebbe andare anche a casa, visto che sta in Parlamento dal 2001. Magari accompagnato dallo zio, che sta in Parlamento da vent'anni...

Alessandro Corti
Alessandro Corti

farebbe la cosa giusta ! non meritava il trattamento che i "suoi compagni" gli hanno riservato !

Egeo Damiano
Egeo Damiano

letta lascia stare la "Rabbia" restael PD. Dove vai ? con casini?ecc. ecc. ti usano e ti gettano.

Tatiana Staccini
Tatiana Staccini

ma che sgarbo.....se avesse combinato qualche cosa di urgente....nessuno lo avrebbe mandato via....il guaio è che invece di fare qualche cosa è andato all'inaugurazione delle olimpiadi.....

Salvatore Leonelli
Salvatore Leonelli

Zizzanie di termometro politico,mistificazioni,non e'vero niente,scredita il pd.

Annalisa Gardin
Annalisa Gardin

si è dimenticato dello scherzetto che ha fatto lui a Bersani?

G.b. Perazzo
G.b. Perazzo

Resta..... se le persone serie vanno via........ cosa resta di valido?

Lucia Locatelli
Lucia Locatelli

Alla gente non importa che in questo avvicendamento qualcuno si sia molto offeso. Gli italiani sono offesi da decenni. Ben venga qualcuno che in fatto di decisionismo non è dietro a nessuno. Ma ora ci vuole la prova del nove: i fatti, al contrario tutta l'Italia sarà disfatta senza altre chance. LETTA non è riuscito quindi basta, riproviamo. È comunque un politico di spessore troverà una nuova strada x dare il suo contributo

Ciro Pocobello
Ciro Pocobello

è ora che dica un po di verità " lui è peggio di me "

Giulio Giliberti
Giulio Giliberti

Se va via significa che non riesce a combattere dentro la sua stessa forza politica.

Adele Matassi
Adele Matassi

non ha torto visto il comportamento del suo pd

Alberto Clementi
Alberto Clementi

letta e renzi han la stessa storia politica:l asinello, margherita,ulivo, pd e poi,alla fine, si inculano a vicenda. Dei veri fratelli coltelli

Sergio Burbi
Sergio Burbi

doveva dimettersi prima invece dopo che lo hanno bastonato...

Stefano Silvestri
Stefano Silvestri

può sempre andare nel NCD, non mi sono sembrati così distanti nelle posizioni :P

Giulio Carboni
Giulio Carboni

sicuro, secondo me si inventerà un partito anche lui...

Silvestro Trovato
Silvestro Trovato

fa bene ad andarsene, le lobby e le banche sono padroni del sistema Italia, e Renzi è una pedina di loro.

Beppe Roca
Beppe Roca

Effettivamente come si fa a restare in un partito di infami.....

Paola Candido
Paola Candido

ma dove vai senza il PD ?? a lavorare ..dove??? mi sembra difficile, questa gente non ha mai lavorato in vita loro !!!

Ernesto Sessa
Ernesto Sessa

Non e' sembrato per niente attaccato alla poltrona.