•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 27 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Scuola, Giannini “Valorizzare il merito”

Tra gli otto ministri donna del Governo Renzi la delega all’istruzione e la responsabilità del ‘tema scuola’ scuola è affidata a Stefania Giannini, coordinatrice nazionale di Scelta Civica.

Obiettivo del ministro è “Riportare la scuola e l’Università a essere luoghi vivi dove costruire il futuro dei nostri figli e dove gli insegnanti e i professori tornino ad avere lo slancio e le motivazioni che si hanno all’inizio della carriera”.

Il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini,  chiarisce le sue priorità a Viale Trastevere e sottolinea: il mio primo obiettivo è “semplificare e non complicare una situazione già abbastanza ingarbugliata”. Giannini mette in evidenza l’urgenza di “interventi mirati per rivitalizzare” scuola, ricerca e Università e sottolinea: “l’edilizia scolastica prima di tutto. È inaccettabile che uno Stato europeo – sottolinea l’ex rettore dell’Università per stranieri di Perugia – non si curi dell’integrità dei suoi alunni, che devono poter apprendere in un contesto sicuro”.

Ministro Istruzione Giannini sul tema del merito – Giannini assicura il suo impegno anche per “valorizzare il merito. Non possiamo pensare di affidare tutto esclusivamente alla buona volontà dei docenti. Non è pensabile – continua il ministro – che chi ben lavora con abnegazione e passione, si impegna, a volta anche a costo di sacrifici personali, non debba essere premiato”. L’ex rettore si sofferma anche sul numero chiuso: “Assoluta priorità alla creazione di un sistema di valutazione degno di questo nome che – conclude il ministro – sia in grado di premiare merito e professionalità”.

Redazione




Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

26 Commenti

  1. onir25 ha scritto:

    TermometroPol Facciamo valutare agli ex-alunni a distanza di 10 anni, di alcuni insegnanti non si ricorda nemmeno il viso. A #Giovannini

  2. Alin Rossi ha scritto:

    solo in italia si diventa ministro con partitini con 1% !!!!

  3. Angelo Gentile ha scritto:

    1% mi sa che non ci vedi , Scelta civica ha preso il 10%

  4. Alin Rossi ha scritto:

    il 10 % con 4 partiti udc montezemolo monti fini e fondazioni varie

  5. Pietro Favaro ha scritto:

    … evviva abbasso il 6 politico a tutti, anche ai somari come cri cri …

  6. Michelangelo Turrini ha scritto:

    e solite frasi fatte dei soliti politicanti che poi alla fine dei conti fanno l’esatto opposto di quanto vanno affermando.

  7. Ooreste Andrea Guadagnuolo ha scritto:

    A dire il vero per diventare ministri si può anche non appartenere ad alcun partito e, quindi, esserlo con lo 0% dei voti presi alle elezioni. Che poi, nel caso in questione, la scelta possa non essere condivisa, beh, questo è un altro discorso.

  8. Alin Rossi ha scritto:

    io non la condivido perche’ non amo gli opportunisti e scelta civica e’ nata x andare sul carro dei vicncitori senza chiarire agli elettori dove andare o a sinistra o a destra ma l’unico scopo e poi si e’ visto nei fatti sono le poltrone !!!

  9. Luca Gabbi ha scritto:

    Si ma Alin Scelta Civica (partito ha preso il 10%, Udc 1 e Fli 0.5, Montezemolo ha aderito con Italia Futura nel PARTITO SC (non aveva una lista). Ma io dico, sarebbe così difficile parlare di cose su cui ci si è informati??

  10. Angelo Gentile ha scritto:

    Alin scrivi stupidate. Scelta Civica ha preso il 9% al Senato e l’8,50% alla camera da sola, senza Casini e Montezemolo che ha sostenuto il movimento dall’esterno. Scelta civica è tutto fuorche’ opportunista , visto che è stato l’unico movimento politico chiaro fin dal principio , dicendo la verita’ agli italiani senza facile demagogia

  11. Adalberto Ivaldi ha scritto:

    Vi prego, non valorizzate il merito! Basta che penalizzate il demerito. Il paese ne avrà grandissimo beneficio.

  12. Carmelo Modica ha scritto:

    Davvero parole nuovissime complimenti. Spieghi meglio quel riportare, riportare dove a quale momento storico, quando cominciò il declino? spieghi, spieghi signora

  13. Federico Masi ha scritto:

    Detta da una non eletta. Fa ridere

  14. Stefano Galatolo ha scritto:

    Queste sono le solite parole di tutti, vedremo i fatti.

  15. Anna Torggler ha scritto:

    Non la soporto

  16. Gaetano Fano ha scritto:

    Intanto incominci a fare piazza pulita nelle università delle baronie.

  17. Tiziana Cecchetti ha scritto:

    Gelmini docet.

  18. Matteo De Petrillo ha scritto:

    piu fatti meno parole… tutti i politici “VOGLIONO” fare del bene… molti poi fanno il contrario.,..

  19. Stefano Ravasi ha scritto:

    Ma come misuriamo il merito? Dai progetti o da pseudo corsi di aggiornamento o dalla passione, dalla chiarezza, dalla cura del lavoro in classe, nelle ore curricolari, nella “lotta” per farsi capire davvero e non accontentarsi di quattro cosucce a memoria? E chi verrà in classe a vederci, a parlare con gli studenti, con le famiglie? Misuriamo il merito come? Dal fumo o dall’arrosto?

  20. Giulio Giliberti ha scritto:

    Ecco, brava. Vada avanti!

  21. Zeno Stanghellini ha scritto:

    Con che merito un partito scomparso e non votato quasi da nessuno ha un ministro in un ruolo fondamentale come quello dell’ istruzione?…Non è poi mai possibile avere un ministro laico in quel ruolo?…

  22. Lucente Michele ha scritto:

    Come lo valorizza ….il merito se leva pure gli scatti…….con una pacca sulla spalla?????

  23. Gianpiero Genovese ha scritto:

    Si certo . . Meno male che domani e’ venerdi . . Ciao

  24. Marina Vitelli ha scritto:

    pensa prima di parlare…pensaaaaaa!!!!!!

  25. Simone D'Andrea ha scritto:

    valorizzare il merito?????????? vuole riprendere voti alle elezioni di autunno probabilmente….riuscire a non nominare la montagna di incompetenza che c’è e che andrebbe sistemata è una leccata pazzesca…

  26. Pina Barbaro ha scritto:

    si ma far partire tutti da una buona base???
    qui ci sono ragazzi che fanno la rotazione a scuola, che saltano lezioni x mancanza di prof., quelli che nn possono pemettersi i libri perche cambiano tutti gli anni e bisogna comprarli nuovi…..
    Prima del merito cerchiamo di garsntire una buona istruzione a tutti.

Lascia un commento