•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 19 marzo, 2014

articolo scritto da:

Alta tensione Crimea: due morti a Sinferopoli. Russia e Occidente ai ferri corti

crimea

È stato un portavoce della Polizia della Crimea a dare la notizia: ci sono stati due morti nel corso di una sparatoria avvenuta mentre forze filo-russe assaltavano la base della marina militare ucraina a Sinferopoli. Due anche i feriti, uno per entrambe le parti.

I blindati russi insieme a uomini delle forze speciali di Mosca continuano ad accerchiare la base: se i soldati ucraini non si arrenderanno entro domani, probabilmente i russi tenteranno un’irruzione.

I militanti delle “forze di auto-difesa” della Crimea, supportate da cosacchi e servizi segreti, hanno conquistato almeno due basi all’interno delle quali i militari fedeli a Kiev continuavano a resistere: una nell’Ovest della Crimea, a Novoozerne, l’altra è la sede dello Stato Maggiore della Marina di Kiev a Sebastopoli.

Un alto ufficiale è stato arrestato dalle milizie filo-russe – ora è sotto interrogatorio – dopo aver negoziato la resa con l’ammiraglio a capo della Flotta russa del Mar Nero, ormeggiata proprio a Sebastopoli: i soldati ucraini si sono ritirati di fronte all’occupazione “pacifica” di oltre seicento filo-russi, nonostante avessero ricevuto l’ordine di “sparare a vista”.

Dopo la firma del trattato di annessione da parte di Putin, quindi, si stringe la morsa russa sulla regione secessionista: oltre 5000 artiglieri dell’esercito russo stanno svolgendo delle esercitazioni al poligono di Novorrosisk, vicino al “confine” con la Crimea.

crisi ucraina

Da Kiev – dove nel frattempo tornano a farsi sentire le fasce più oltranziste di Maidan che accusano il governo di essersi fatto “rapinare”: i militanti di Svoboda hanno malmenato il direttore del canale di stato per aver trasmesso il discorso di Putin sull’annessione della Crimea – Yatseniuk accusa la Russia di “crimini di guerra” per aver “cominciato a sparare sui militari di Kiev”: in Crimea si sono recati il vice-premier ucraino, Yarema, e il ministro della Difesa Tenyukh per scongiurare l’eventualità che la crisi assuma “un carattere militare”, ma non sono stati fatti entrare.

Joe Biden, vice di Obama, continua a pressare l’UE perché si attuino pesanti sanzioni contro Mosca (sulla stessa linea anche Hilary Clinton che accusa Putin di voler ridisegnare i confini europei post-seconda guerra mondiale: “se Putin la farà franca questa volta, invaderà altri stati che non saranno più democrazie ma suoi “vassalli”), Cameron dall’Inghilterra vorrebbe accelerare per l’espulsione della Russia dal G8: Lavrov, ministro degli esteri russo, ha ironicamente risposto che “la Russia e il popolo della Crimea sono i responsabili della crisi ucraina: perché non accettato la logica del golpe neonazista”.

Della crisi ha parlato anche il premier Matteo Renzi, alla Camera ha detto “La stella polare del governo italiano è quella di trovare una soluzione con la collaborazione a tutti i livelli istituzionali nel rispetto del diritto internazionale evitando l’incubo di un ritorno ala cortina di ferro“.

Guglielmo Sano

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Secondo voi alla fine ci sarà la scissione nel Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da: