•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 24 marzo, 2014

articolo scritto da:

Renzi “Camusso e Squinzi arrabbiati? Ce ne faremo una ragione”

Nell’intervista che Matteo Renzi rilascia al Tg1, espone le prossime mosse del governo da lui presieduto: giustizia sociale e spending review (tagli alla spesa) sono i primi punti da cui partire.

Le critiche mosse dai sindacati (specialmente dalla Cgil di Susanna Camusso) e dalla Confindustria non intimoriscono il Presidente del Consiglio che, imperterrito, va dritto lungo il solco da lui tracciato ormai più di un mese fa in Parlamento: “non mi interessa il consenso di questa o quell’associazione”, sostiene, “mi interessa il consenso delle famiglie italiane”. Sulle parti sociali e riguardo gli industriali “ce ne faremo una ragione” circa la loro arrabbiatura. “Sono 20 anni che si arrabbiano”, scherza poi. In fin dei conti, afferma Renzi, “l’importante è che l’Italia cambi e si rimetta in moto”.

renzi

Lungo l’intervista al telegiornale del primo canale Rai, l’ex sindaco di Firenze torna sui tagli ai manager, in grande evidenza dopo le parole di Moretti (Ferrovie dello Stato) di qualche giorno fa: “resisteranno a parole, ma poi ovviamente è naturale che le cose cambino, non è possibile che l’ad di una società guadagni 1.000 volte in più dell’ultimo operaio, torniamo a un principio di giustizia sociale. Noi non molliamo”. E riprende quel principio di Olivetti, a lui molto caro: “per Olivetti  il rapporto era di 1 a 10. Torniamo a un principio di giustizia sociale, dare un po’ meno a chi guadagna milioni e rimettere in moto economia e ceto medio”.

Poi Renzi si esprime su Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle. Secondo l’inquilino di Palazzo Chigi l’ex comico genovese acquista consenso nel momento in cui protesta si tutto e su tutti. “Sa che se facciamo le cose promesse, e noi le faremo, si sente franare il terreno sotto i piedi. Lui prende voti sulla protesta. A Grillo dico: hai bisogno di rilanciare, vuoi offendermi? Fallo, noi ci occupiamo famiglie italiane”. Chiude, quindi, sul prossimo vertice in cui incontrerà personalmente il Presidente Usa Barack Obama: a lui “dirò che sono orgoglioso e fiero dei progressi dell’Italia” e chiederà “consigli perché in America le aziende sono tornate a investire e la disoccupazione a scendere”.

Renzi “Mio nome nel simbolo? Vedremo alle politiche” – Renzi sull’ipotesi del suo nome nel simbolo: “Noi andremo al voto senza il mio nome nel simbolo del Pd. Rimaniamo sulla linea ‘no name’ che varò Bersani. Oggi è così: poi alle elezioni politiche, nel 2018, staremo a vedere. Tempo ancora ce n’è”. A dirlo il

Renzi sulle elezioni europee – Per il premier e segretario del Pd in carica “Le elezioni europee non sono un referendum su di me, e nemmeno sul governo. Non credo che si tratti di una tornata elettorale difficile, drammatica per noi”, afferma Renzi. “Il Partito democratico è forte e strutturato e credo che, al di là delle elezioni europee, nelle amministrative possa recuperare il Piemonte, l’Abruzzo, Prato e qualche altro comune”.

 

Daniele Errera

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

24 Commenti

  1. Catia Porri ha scritto:

    a si? e tu sei sicuro che il consenso le famiglie te lo daranno?… aspetta un paio di mesi e poi si vedrà…

  2. Nicola Berardi ha scritto:

    Aspettiamo un paio di mesi per vedere cosa fa in concreto, e poi giudichiamo.
    Il consenso “a termine” è segnale di pregiudizi.

  3. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Giustissimo!

  4. Paola Candido ha scritto:

    bene

  5. Giuseppe Ferrara ha scritto:

    ah ah .. che megalomane questo.. ,ma chi azzo si crede di essere.., la gente vuole vedere sviluppo, e lavoro, x pagare le ttasse, se nn ci sono i soldi le persone si ammazzano testa di …..

  6. Piazza Roberto ha scritto:

    HOOOOOOOOOOOOO DI RAGIONI TE NE FAI TANTE MA DI CONCRETO NIENTE ,ORMAI TI SEI DEFINITO UN PAGLIACCIO E LO SEIIIIIIIIIIIII…1 NONNA 70 ANNI ..TAGLI ,TASSE ,,IN AUMENTO X IL POPOLO MA VIO LE VENE NON VE LE TAGLIATE NOOOOOOOOOOOOO..

  7. Nicola Cuciniello ha scritto:

    Cosa dobbiamo ancora aspettare? RENZI ha già dato prova di affermare delle cose per farne altre, basti vedere come e’ arrivato ad essere capo del governo (inchiappettando LETTA AL QUALE DICEVA ” STAI SERENO ENRICO”)… Ha nominato sottosegretari indagati…ministri come la GUIDI CHE HA DELOCALIZZATO LE SUE IMPRESE ED È’ MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO…RENZI METTERÀ LE MANI NELLE TASCHE DEI PENSIONATI BADATE NON QUELLI CON LE PENSIONI D’ORO MA A QUELLI CHE HANNO 2000€ di pensione. INSOMMA QUESTO ” SIGNORE”DI PONTEASSIVE E’ UN GRAN P A R A C U L O !!!

  8. Sergio Rossi ha scritto:

    Renzi sei ancora uno presentabile non rovinarti del tutto. Ma se uno è iscritto al Pd e al Sindacato dobbiamo votarti o ce ne faremo una ragione con altri

  9. Giacomo Picchi ha scritto:

    Nicola Cuciniello..invece di blaterare..informati. .eppoi fai un confronto con quelli che lo hanno preceduto negli 20 anni. .

  10. Giacomo Picchi ha scritto:

    Ops. .ultimi 20 anni

  11. Alessandro Sopetti ha scritto:

    La maggior parte dei commenti fa sperare che la classe politica sia meglio della società civile.

  12. Claudio Turola ha scritto:

    Burattino dei poteri forti. Colui che finirà la svendita dell italia

  13. Nicola Cuciniello ha scritto:

    Intanto Sig . Giacomo, a blaterare e’ Lei, mi sono limitato a descrive IL COMPORTAMENTO DI RENZI CIO’ CHE FINO A QUESTO MOMENTO HA FATTO. Volendo fare un confronto con chi l’ha preceduto negli ultimi 20 anni non mi sembra che politicamente ci siano differenze sostanziali…finora RENZI ha dimostrato di essere un carrierista, bugiardo , e venditore di aria fritta continuerà a prendere ai poveri per dare ai ricchi. Infatti vuole mettere le mani sulle pensioni di2000 € al mese e su quelle di reversibilità …quindi SIGNOR GIACOMO NON LA CONOSCO E CORTESEMENTE SE PROPRIO VOLESSE INTERLOQUIRE CON ME LA INVITO AD ENTRARE NEL MERITO DI CIÒ CHE HO AFFERMATO ALTRIMENTI SE NE STIA TRANQUILLO SENZA DIRE AD UNA PERSONA CHE NON CONOSCE CHE BLATERA.

  14. Luciano Rugieri ha scritto:

    caro RENZI ti teniamo a mente a te e alla sinistra noi pensionati, sei sulla strada giusta……continua così che il burrone è vicino.

  15. Fernando Bianchi ha scritto:

    nn ha torto

  16. Ugo Bruschi ha scritto:

    sei un mito!…. Peccato che sei in Italia

  17. Ciro Pocobello ha scritto:

    bufone . bugiardo , i veri uomini hanno una sola parola .

  18. Marco Corvi ha scritto:

    QUANDO IL PD PERDERÀ LE ELEZIONI MATTEO DIRÀ, CE NE FAREMO UNA RAGIONE!

  19. Salvatore Salvio ha scritto:

    vai a casa che hai fallito prima di iniziare ……..

  20. Lucia Grazia ha scritto:

    Bravo!

  21. Erminia Vicario ha scritto:

    sparisci

  22. Franco Baldussi ha scritto:

    Credo che dovrebbe essere interessato ai provvedimenti, che non ci sono e non ha fatto, anzichè alle chiacchiere. Sue.

  23. Mario Turchi ha scritto:

    mi sa tanto che tu il panettone non lo magni. una tantum…che coglioni !

  24. Tatiana Staccini ha scritto:

    embè…volevo vedere…..

Lascia un commento