•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 26 agosto, 2014

articolo scritto da:

Caos nel PD su scelta candidato presidente elezioni regionali Emilia Romagna

elezioni regionali emilia romagna stefano bonaccini

Elezioni regionali Emilia Romagna: caos nel PD sulla scelta del candidato presidente del centrosinistra. In principio fu Delrio: dopo le dimissioni dell’ex governatore dell’Emilia Romagna Vasco Errani, il nome del sottosegretario venne fuori per primo e iniziò a circolare con insistenza Nulla di fatto. Quindi Poletti? Manco per sogno: il ministro rimane a Roma a tessere con Padoan la tela delle riforme economiche. Allora il candidato ideale sarebbe potuto essere Matteo Richetti. Sì, dev’essere proprio l’ex consigliere regionale sassolese l’uomo giusto. Però ci sarebbe quel Daniele Manca, sindaco di Imola, tanto gradito a Bersani (ma anche ad Errani e Merola) al punto che sembrava praticamente fatta per la sua nomina. Sembrava. Perché nella giostra della politica le trame si fanno e disfano nel giro di una notte e spesso accade che una sicurezza resti incrollabile per il tempo di uno spot e che una certezza granitica del mattino si sgonfi nell’arco del giorno, fino a regredire allo status di timida ipotesi da accantonare. “Al conclave, chi entra Papa esce cardinale”, suggerisce la saggezza popolare romana. E quindi Stefano Bonaccini, segretario regionale del PD, era tornato a sperare per la nomination. Poi va in onda su Omnibus a La7 e fa scena muta per dieci secondi quando la conduttrice gli rivolge una domanda sul suo destino personale. “Non sono… Non sono…”, riesce a cincischiare Bonaccini. La giornalista percepisce l’imbarazzo e glissa, con la clemenza di una prof. che davanti ai tentennamenti del maturando alla fine chiede l’argomento a piacere.

regionali emilia romagna forse renzi punta su bonaccini

I silenzi di Bonaccini la dicono lunga su quanto la questione nomine in casa Pd sia un nodo ancora da sciogliere. L’unico in grado di cavarci un ragno dal buco in questo momento è Matteo Renzi, il premier-segretario. E infatti Bonaccini nella serata di ieri è corso a Roma per incontrare il Presidente del Consiglio nella speranza di riceverne l’investitura. Oggi, alla vigilia della Festa dell’Unità, si dovrebbe apprendere qualcosina in più. “Le primarie del 28 settembre si faranno certamente”, ha comunque assicurato Bonaccini. E a queste vuole prendere parte anche l’ex sindaco di Forlì, Roberto Balzani, che si candida come l’outsider di questa tornata elettorale. Insomma, non ci si annoia proprio in Emilia di questi tempi.

Antonio Atte


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

5 comments
Voar Livre
Voar Livre

Lo spettacolo desolante offerto e' la conseguenza dell'impero Errani che si È' circondato di buoni servitori e non ha permesso la crescita di una classe dirigente.

FrancoGentile
FrancoGentile

A me sembra chiara una sola cosa ed è che il PD ormai può benb dirsi il "fu PD" è diventato peggio del Partito Radicale ai tempi di Capezzone..........Ogni giorno che passa mi convinco sempre di più che siamo alle "comiche finali"!

Trackbacks

  1. […] Matteo Richetti scioglie la riserva e si candida. Solo ieri in un nostro articolo dedicato alle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna abbiano dato conto de…. […]