•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 7 ottobre, 2014

articolo scritto da:

M5S, il sindaco di Comacchio disubbidisce a Grillo

“Ricordo benissimo quando per il ballottaggio delle comunali di Comacchio, nel 2012, dissi a Grillo che non doveva e non avrebbe dovuto mettere il naso nelle questioni locali. Gli spiegai che se lo avesse fatto sarei stato libero di dirgli vaffancuxo. Certo, a Beppe, sono estremamente riconoscente, ma ci sono cose che vanno cambiate”.

Marco Fabbri, giovane sindaco di Comacchio spiega in una intervista esclusiva al quotidiano ‘la Nuova Ferrara e sul sito, i motivi della sua disubbidienza a Beppe Grillo con l’entrata nella nuova Provincia.

Dopo lo strappo praticato con il suo ingresso non autorizzato nel listone multipartito e quindi nel governo della nuova Provincia di Ferrara, il sindaco grillino ha innescato una disubbidienza alle regole-base del Movimento 5 Stelle che fa seguito a quella del collega grillino Federico Pizzarotti: “Federico si è trovato a governare una città con moltissimi problemi ha creduto nel movimento ma reagisce non se ne sta zitto nè supino. La distinzione interna tra buoni e cattivi non è quella adeguata”.

marco fabbri m5s comacchio

Sulla decisione della sua scelta di entrare nel listone della Provincia, governato dal Pd e dunque alleato di governo, spiega che “molti mi dicono che ho fatto bene, se stavo fuori ancora una volta Comacchio non avrebbe potuto dire la sua”. Ma non è che il renzismo ha contagiato anche lei?. “Macchè renzismo – chiude tranciante -: se fossi nel Pd io sarei stato bersaniano. A me non piacciono i trasformismi”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

7 Commenti

  1. Oscar Barbi ha scritto:

    Ormai dove hanno raggiunto un risultato sono condannati dal padrone unico…sveglia grullini!!!!!

  2. Cosimo Ettorre ha scritto:

    Ma quale condanna?Hai letto il pezzo?Sui listoni di autonominati per le province c’è stato un voto della base.Punto
    Non sai niente e parli.Noi almeno abbiamo discusso e poi votato.Voi non sapete neanche chi infilerete nelle province e con chi state.Per esempio sa che a Torino,Taranto e molte altre città il PD ha fatto una lista unica con FI?

  3. Cosimo Ettorre ha scritto:

    Do per scontato che lei sappia che le province “abolite” dal bomba sono ancora li ma semplicemente non si vota più.

  4. Andrea Spadaro ha scritto:

    Il piddiota non legge l’articolo ma si ferma al titolo….. È il loro limite poveri dementi

  5. Oscar Barbi ha scritto:

    Allora si vede che sei un ignorante e parli come un pappagallo…a parte che l’argomento era un altro. Tu..come tutti i grullini che credono di essere intelligenti e furbi e sapere tutto non sai che le provincie n0n possono essere abolite per legge. Sono stati aboliti solo i consigli provinciali con tutte le spese che ne derivano. Le provincie non possono essee abolite, al massimo incorporate in altre provincie quando ci sono delle cause civili o penali in corso. Ma voi grullini queste cose non le sapette…cvoi insultate e offendete pensando di essere superiori agli altri. Sempre le stesse frasi a ripetizione del Grullo. per cui bomba sei tu e il tuo guru Grullo…Ma a voi basta ridere per quelle stupide battute che dice…

  6. Oscar Barbi ha scritto:

    Piddiota sei tu…un povero vigliacco che si nasconde dietro ad animale molto piu educato e intelligente di te…Stai tranquillo che ho letto…ma tu sei ignoranti ..non conosci ne le leggi…ne la costituzione…frasi dette e ripetut a pappagallo…in quanto al demente lo devi dire a tuo padre e a tua madre….deficiente

  7. MarcoMarzi ha scritto:

    A MARCO FABRI. ASINDACO DI COMACCHIO: NON ACCAMPATE SCUSE, SAPEVATE COSA VI PROMETTEVA GRILLO: VAFFANCULO, MANIERE FORTI ALMENO CON LA LINGUA, MANCANZA DI RISPETTO E REGOLE DEMOCRATICHE. COMUNQUE CHI HA PROVATO SA COSA TROVA IN GRILLO. MA SICCOME TI CHIAMI MARCO COME ME ACCETTA UN CONSIGLI: MANDAGLI UNA CESTINA DI ANGUILLE, POI CHI S’è VISTO S’è VISTO. OGNUNO FACCIA LA SUA STRADA. E’ MEGLIO LAVORARE PER CHI NON TI PAGA CHE PARLARE CON CHI NON CAPISCE(!)

Lascia un commento