•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 17 aprile, 2014

articolo scritto da:

Factchecking di Pagella Politica: Matteo Salvini, la Cina e i dazi doganali

salvini

Matteo Salvini ha dichiarato: “”La Cina ha dei dazi sui prodotti italiani, l’Italia no”. Pagella Politica ha effettuato il factchecking della dichiarazione e si è espressa con un “Pinocchio Andante”.

Con la parola “dazio” si intende una barriera al flusso di merci tra due Paesi che si manifesta in genere in una azione amministrativa di riscossione attraverso una dichiarazione doganale. Secondo Salvini ci sarebbe un forte sbilanciamento nei rapporti Cina-Italia, dovuto alla presenza di dazi per chi dall’Italia esporta prodotti in Cina e all’assenza invece di essi nel percorso contrario, ovvero per chi dalla Cina esporta in Italia.

Salvini

Analizziamo la situazione dai due lati. Dal lato cinese, secondo quanto riportato da questo articolo dell’Osservatorio di Diritto Cinese sul Sole 24 Ore, esistono sei tipologie di tariffe doganali per l’importazione. Queste vengono applicate a seconda del Paese da cui si importa:

– le most favoured nations (applicata, tra gli altri, ai membri del Wto);

– le conventional tariff rates;

– le special treatment tariff rates (applicate ai beni provienti da Paesi con cui la Cina ha specifici accordi);

– le general tariff rates (per Paesi con cui non ci sono particoli accordi di agevolazione);

– le duty quota rates (applicate ad una quota del valore dei beni importati);

– le provisional tariff rates (limitata a particolari periodi temporali).

All’atto pratico, nel momento in cui un’azienda italiana esporta delle merci in Cina essa dovrà pagare: a) il dazio per l’importazione di alcuni tipi di merci (es. vino); b) la tassa sull’importazione MFN; c) l’Iva al 17%

Prendendo ad esempio i prodotti agroalimentari, i dazi incidono in maniera abbastanza forte sul prezzo finale dei prodotti (pur essendo diminuiti, soprattutto grazie all’ingresso della Cina nel Wto):

Dati ICE.gov

A questo link si trovano tutti dazi applicati dalla Cina in base al tipo di regime (MFN o altro). A pag. 24 di questo documento sugli ostacoli tariffari affrontati dalle aziende italiane, redatto da Confindustria, vengono illustrati e riassunti gli stessi dati del Wto illustrando il prospetto tariffario cinese.

Vero quindi che la Cina applica dazi sui nostri prodotti.

La seconda parte dell’affermazione di Salvini – l’Italia non ha dazi sui prodotti cinesi – è invece falsa. I prodotti cinesi che entrano in Europa, ed eventualmente in Italia, sono infatti soggetti ai dazi previsti dall’Unione, la cosiddetta single external tariff applicata da tutti i Paesi membri su prodotti provenienti da Paesi terzi. Sul sito dell’Aida Tariffa doganale di uso integrata, è possibile trovare i dazi doganali per ciascun prodotto che viene importato nel nostro Paese a seconda della provenienza. Qui le istruzioni per come consultarlo.

Come vediamo dal sito del Wto, la tariffa media most-favoured-nation applicata da Cina e Italia rientra nella stessa fascia (tra 5 e 10), anche se l’Ue ha una media di 5,48 mentre la Cina di 9,63.

Chiaramente, oltre alle barriere tariffarie, occorre considerare che esistono altri tipi di barriere (ad es. le quote) e che non mancano le frizioni tra l’Ue/Italia e la Cina. Questo però non giustifica l’errore di Salvini, che si merita quindi un “Pinocchio andante”!


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

2 comments
lucatonno26
lucatonno26

sta di fatto che Salvini avrà anche detto una balla, ma i dazi che la Cina mette sulle nostre merci sono parecchio più alti di quelli che mette la UE sui prodotti cinesi.

e vorrei vedere....ormai i 3/4 delle imprese europee rivendono come propri dei prodotti fatti in Cina. quindi figurarsi se la UE ci mette dei dazi sopra.

cavoli nostri che ci ritroviamo disoccupati.

Maria Damaso
Maria Damaso

Mentre Salvini sproloquia sui dazi ai cinesi la Germania fa affari