•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 2 novembre, 2014

articolo scritto da:

Renzi: “Scissione nel Pd? Non esiste, nostra gente non capirebbe”

renzi

Interessanti anticipazioni dal libro di Bruno Vespa, come sempre ricco di spunti e riflessioni sul dibattito politico. Quest’anno il protagonista principale è il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che si lascia andare a importanti considerazioni sul futuro del Partito democratico. “Se si arrivasse a una scissione, ma non ci si arriverà, la nostra gente sarebbe la prima a chiedere: che state facendo?”. 

Sulla minoranza però il premier parla chiaro: “La delega sul lavoro alla Camera non cambierà rispetto al Senato. Alcuni dei nostri non voteranno la fiducia? Se lo fanno per ragioni identitarie, facciano pure. Se mettono in pericolo la stabilità del governo o lo fanno cadere, le cose naturalmente cambiano”. E dunque “se qualcuno dei nostri vuole andare con la sinistra radicale che ha attraversato gli ultimi vent’anni, in nome della purezza delle origini, faccia pure: non mi interessa. E’ un progetto identitario fine a se stesso e certo non destinato a cambiare l’Italia. Lo rispetto, ma non mi toglie il sonno”.

debiti pubblica amministrazione renzi perde scommessa con vespa

Sui rapporti con la Cgil e la piazza Renzi parla chiaro: “Ho grandissimo rispetto per la piazza della Cgil e per i parlamentari che hanno partecipato a quella manifestazione. Ma io sono per il cambiamento che è nel dna della sinistra. E a casa mia la sinistra che non si trasforma si chiama destra”. Quella, aggiunge Renzi, “non era la piazza del Pd, ma c’era anche gente del Pd. Se penso di perderla? E’ più facile perdere qualche parlamentare che qualche voto. La modifica dell’articolo 18 preoccupa più qualche dirigente e qualche parlamentare che la nostra base”.

Con la Camusso il rapporto è pessimo e il segretario Pd lo ammette: “Con lei non è una questione di feeling personale, ci mancherebbe. C’è una diversa idea del paese, della sua modernizzazione, del ruolo di governo e della rappresentanza civile, non un fatto umano o interpersonale”.

 


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

135 comments
Antonio Ogna
Antonio Ogna

La vostra gente ? Il vostro esercito di mentecatti idioti non capirebbe ?

Vincenzo Drommi
Vincenzo Drommi

chi salta sul carro del "vincitore" ma piuttosto direi di chi comanda perché vincitore la vedremo. voglio vedere come salta dopo, alla Fraceschini? o peggio

Vincenzo Drommi
Vincenzo Drommi

per Domi, ma quando ha fatto le elezioni dopo i disastri alla berlusca

Vincenzo Drommi
Vincenzo Drommi

ma quale sinistra radicale, sei tu che non sei di sinistra o forse qualcuno ti ha ammagliato alla berlusca

Enzo Adinolfi
Enzo Adinolfi

Giusto Renzie, meglio stare con la sinistra fascista e populista...

Giorgio Lu
Giorgio Lu

basta.. sta solo insultando gli Italiani.. o quanti hanno votato, di certo non gli è stato dato carta Bianca a fare questo.. è solo un prepotente, il è solo un presuntuoso, non può dire di essere il rinnovatore.. è solo un continuo del passato di un ventennio di Silvio.. abbiamo cambiato casacca ma sono la stessa pasta.. vuole il potere e dei ITALIANI, non gliene può fregare di niente.. lui interessa solo fare cassa hai suoi amici.. a scapito della povera gente…

Michele Molinaro
Michele Molinaro

Sempre meglio che andare con te nella destra di berlusconi.

Matteo Quercia
Matteo Quercia

Quale nostra gente ? perche tu ai della gente visto che sei un abusivo sia come segretario che come Presidente del consiglio.

Francesco Laurano
Francesco Laurano

Vai tu Con Berlusconi siete lo stesso partito,Berlinguer si sta rigirando nella tomba Porca puttana

Vanni Mircoli
Vanni Mircoli

Sono d' accordissimo, se volete andate, ma nel PD la maggioranza decide

Rafus Valese
Rafus Valese

ma chi cazzo sei???? nostra gente????e' chi e' la tua gente chi ha preso gli 80 euro e se venduta.......ma adesso quella tua gente ti rivoterebbe????

Angela Menis
Angela Menis

nessuno se ne andrà, perché nessuno vuol perdere la poltrona !

Antonella Saddi
Antonella Saddi

DI QUALE GENTE PARLA? CHI L'HA VOTATO? Di sicuro parla dei suoi amici INDUSTRIALI.

Antonio Bonomi
Antonio Bonomi

Nel segreto dell'urna Dio ti vede, renzie no. Alle regionali dell'Emilia-Romagna è ammesso anche il voto disgiunto. Vota Cristina Quintavalla Presidenta.

Aldo Bruno
Aldo Bruno

nostra gente chi? ma chi cacchio sei!? servo di berlusca.

Sergio Fortunato
Sergio Fortunato

la gente non capisce più niente da quando sei arrivato tu ed anche da prima per dirla tutta!

Oddone Pozzato
Oddone Pozzato

e un povero jullare ,i suoi padroni( il vaticano) le hanno ordinato di dire cosi e lui esegue

Graziella Mancini Spinosa
Graziella Mancini Spinosa

Il Pd ha avuto alle ultime elezioni il 25% e non ci sono state altre elezioni di cui ci siano nominati altri parlamentari. La scelta x le primarie e'stato falsata da personaggi estranei e questo si è impadronito di tutto il partito pretendendo ubbidienza.io non so chi sia questo Renzi, ma so che cos'è e cosa voglio di un partito di sinistra quindi coloro che vogliono seguirlo nella sua avventura contro il Pd possono scegliere liberamente con chi stare ma prima ci deve essere una scelta nazionale di coloro che restano col Pd o tra il partito della Nazione con a capo un qualunque approfittatore.

Ciro Pocobello
Ciro Pocobello

questo è matto , è arrivato un altro dittatore , ma è mai possibile che questi 4 stronzi pur di stare sul carro , lo seguono in tutto , stanno portando l'Italia allo sbando , mandatelo via al + presto , prima che ne combini altre .

Guido Zaccaro
Guido Zaccaro

Con la sua "Leopolda".. Di fatto ha già stabilito chi devono appartenere alla sua" banda"... Usa toni minacciosi.. Pronto a fondare "il partito della nazione"..... Non lo ferma più nessuno... Abilissimo a" prendere il potere"... N. B. non è stato eletto da nessuna consultazione popolare in quanto da nov. 2.011..in Italia si governa senza essere eletti..

Lucia Locatelli
Lucia Locatelli

Cos' è la destra cos' è la sinistra. Avanti Renzi, il fatto che dai fastidio significa che sei sulla strada giusta, strada giusta x i cittadini. Renzi però moderati nel linguaggio

Danilo Giannini
Danilo Giannini

Renzi sta facendo un'operazione di pulizia etnica. Per questo non vuole la scissione. Un Radovan Karadzic all'italiana.

Giorgio Graffieti
Giorgio Graffieti

certo l'idea di Paese della Camusso è incompatibile con il PD

Sabatino Vitale
Sabatino Vitale

D'accordissimo l'Italia non è fatta solo di operai della CGL ma anche di piccoli mprenditori, artigiani, commercianti e sopratutto Tante multinazionali che certamente non ha portato Renzi ma chiedete a quegli imprenditori italiani che l'hanno voluto ...........................

Maria Damaso
Maria Damaso

La gente del PD sta aprendo gli occhi e capisce della trombata che ha preso, fidandosi di un altro capetto, chiacchierone, prepotente e fanfarone.

Mirella De Berardinis
Mirella De Berardinis

Cogli l'occasione per tacere qualche volta! Stoppate!! #renzinontareggopiu# sei te che te ne devi andare dal PD.. non è la nuova DC ...ricordatelo!!!

Domi Erre
Domi Erre

Che facciamo, ci vogliamo scegliere anche i voti?? Questi si e questi no?

Domi Erre
Domi Erre

A Renzi cosa importa? I voti li prenderebbe lo stesso. E sono quel che conta.

Domi Erre
Domi Erre

Il problema è un altro: Renzi riscuote consensi, che poi siano di destra o di sinistra poco importa. Se alla sinistra non sta bene, basterebbe riorganizzarsi. tutto qui.

Paolo Serra
Paolo Serra

Le parole di Renzi sono letteralmente neolinguia orwelliana. Tutti i concetti del renzismo, tutte le sue parole, tutti gli intenti e i progetti dichiarati e le azioni perseguite, ripropongono direttamente e senza possibilità di equivoci le idee e i progetti del reazionarismo antiparlamentare di fine '800 che sfociò nelle dittature reazionarie del '900. Concetti come quelli del partito della nazione vengono di peso da François Maurras e dall'Action Française. Le categortie reali, spogliate della propaganda renzista e in base al significato reale delle parole sono: Renzi e renzismo = reazione e autoritarismo antiparlamentre e antidemocratico. Quello che lui chiama "sinistra radicale" è invece semplicemente liberalismo e socilademocrazia moderati.

Domi Erre
Domi Erre

Veramente vedo più a sinistra Berlusconi

Domi Erre
Domi Erre

Forse è cambiato l'elettorato...