•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 10 novembre, 2014

articolo scritto da:

Dimissioni Napolitano, Veltroni-Pinotti favoriti

Dimissioni Napolitano: sono nell’aria e se ne parla da qualche giorno. Dal Colle hanno fatto sapere di “non confermare né smentire le voci” e di fatto è come se fosse una conferma.

L’impegno preso da Napolitano nel 2013 in sede di giuramento è un impegno a termine. Finché le forze glielo consentono e non oltre i tempi necessari per approvare le fondamentali riforme di cui il paese ha bisogno. L’età avanza (89 anni) e le riforme, quella elettorale su tutte, tardano ad arrivare. A decidere quando andare via sarà lui. Ma ora le dimissioni sembrano più che mai prossime.

Nessuna sorpresa. Nessuna sorpresa nemmeno per Matteo Renzi che anzi ha accolto positivamente la nota diffusa ieri dal Quirinale che non conferma né smentisce le voci sulle ormai imminenti dimissioni di Napolitano. Renzi ha infatti riconosciuto “il ruolo di presidio e garanzia” svolto dall’attuale Capo dello Stato. È un po’ il suo punto di riferimento e, dipendesse da lui, Napolitano potrebbe fare volentieri a meno di dimettersi. Ma non ha alcuna intenzione di trattenerlo con la forza. Giorgio Napolitano è ormai prossimo ai 90 anni e gli va riconosciuto, ha detto Renzi, “Massimo rispetto e riconoscenza. E avanti con le riforme, il Presidente ci spinge a farle”.

walter veltroni

E proprio dal presupposto delle riforme necessarie muove il fronte critico nei confronti delle dimissioni di Napolitano. Ne fa parte Il Mattinale, giornale vicino a Renato Brunetta. A loro avviso, quello delle dimissioni, sarebbe una sorta di ricatto nei confronti del Parlamento. Un tentativo di forzare i tempi e i temi dell’azione di governo. In difesa della posizione di Napolitano, Maria Elena Boschi e Graziano Delrio. La prima ha precisato che il Capo dello Stato non c’entra nulla con il Patto del Nazareno. Il secondo ha rimandato la discussione a quando le dimissioni saranno ufficiali, auspicando, in tal caso, la massima convergenza di tutte le forze politiche sulla scelta del successore.

Matteo Renzi avrebbe già pronto il nome. L’esperienza insegna ed è meglio non farsi cogliere impreparati. “Siamo il primo partito e in Parlamento siamo determinanti, dunque per forza di cose non passerà mai un Presidente che non piaccia al Pd”. Questa la voce del Partito Democratico. Tra le linee si legge che il futuro Presidente dovrà essere in piena sintonia con il premier Renzi.

Il nome se lo tiene stretto Renzi. Almeno fino a quando non si arriverà alla quarta votazione quando a decidere non saranno i due terzi dei 1008 votanti ma la semplice maggioranza assoluta. Negli occhi del Pd, e non solo, è ancora nitido l’errore commesso nel 2013 da Bersani che aveva proposto il nome di Franco Marini per il Colle. L’ex presidente del Senato venne presentato alla votazione come praticamente già eletto salvo poi incassare una pesante sconfitta. Una cosa “volgare e ingiusta” come lui stesso ora la definisce.

Senz’altro più eclatante il caso di Romani Prodi che sempre nel 2013 portò alle dimissioni di Bersani. Uno dei momenti più bui del Pd che dovette fare i conti con 101 franchi tiratori all’interno delle proprie file. Una sconfitta ancora indigesta ai democratici che Prodi sembra invece aver somatizzato: “Nessuna ferita da chiudere perché il problema non si era mai aperto”.

L’elezione del Capo dello Stato non è questione di poco conto. Ed è in quell’occasione, più che in ogni altra, che possono presentarsi gli spettri di trappoloni, agguati e vendette. Dal 2013 ad oggi, in Parlamento, non è cambiato granché. Ed è per questo motivo che il Partito Democratico si guarda bene dal lanciare nomi anzitempo. Sarà il momento della verità. Uno scontro diretto tra il governo ed i suoi oppositori. Come sostiene l’ex leader Udc, Marco Follini, ci sarà bisogno di alleanze “a prova di bomba” e di proporre magari nomi in grado di raccogliere un ampio consenso già nelle file del Partito Democratico: Walter Veltroni o Piero Fassino. Nomi mal visti da Matteo Salvini e dalla Lega Nord, che non vedono di buon occhio nemmeno l’eventualità che sia una donna a salire al Colle.

presidente della camera

L’ipotesi di un cambiamento in tal senso è stata lanciata dalla Presidente della Camera Laura Boldrini: “Il Paese è pronto per avere un Presidente della Repubblica donna. In Italia ci sono donne autorevoli, che hanno delle storie significative, ed è giusto che possano essere considerate”. Tra i nomi che circolano ci sarebbero quello del ministro della Difesa Roberta Pinotti e di Anna Finocchiaro. Ma non sarebbero da escludere sorprese. La lista pare abbastanza lunga. La stessa Boldrini sarebbe in corsa insieme a Linda Lanzillotta, vice-presidente del Senato, Paola Severino, ex ministro della Giustizia, ed Emma Bonino, ex ministro degli Esteri. Potremmo avere per la prima volta un Presidente della Repubblica donna dando voce alla petizione presentata lo scorso anno e firmata da Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia e Laura Puppato del Partito Democratico.

Nei pensieri di Renzi, quello da proporre è un nome nuovo in grado di garantire neutralità e duttilità oltre che affidabilità. L’intento è quello di evitare personalità troppo forti. Sarebbe per questo motivo da escludere la candidatura di Mario Draghi che rappresenterebbe una sorta di commissariamento da parte della Bce. Ma anche quelle della Finocchiaro, della Boldrini e di Pietro Grasso. Con quest’ultimo Renzi ha troppo spesso duellato. Favoriti invece i nomi della Pinotti, di Castagnetti, ex segretario dl Ppi, e dei renziani Fassino e Gentiloni.

Non sarebbero da escludere nemmeno i nomi di Pier Ferdinando Casini e del già citato Walter Veltroni. Quest’ultimo godrebbe dell’appoggio anche di Silvio Berlusconi che ha confessato di avere con l’ex sindaco di Roma una sorta di debito “Veltroni è stato il primo a riconoscermi legittimità politica”. Ma il nome da sempre preferito dell’ex Cavaliere è quello di Giuliano Amato. La partita sembra essere ancora molto lunga e le dimissioni di Napolitano non sono ancora arrivate. D’altronde la contesa è appena cominciata. E spesso l’elezione del Presidente della Repubblica riserva grandi sorprese. Che sia la volta buona per una donna?

 

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

73 Commenti

  1. Raimondo D'Aragona ha scritto:

    Veltroni è un fallito.

  2. Pingback: Romano Prodi si autoesclude dalla corsa per il Quirinale - Termometro Politico

  3. Mimino Bianco ha scritto:

    Dal parlamento cosa si può aspettare ?? il Presidente della Repubblica dovrebbe votarlo il popolo !!!!!

  4. Salvo Marino ha scritto:

    Gino strada

  5. Elis de Martin ha scritto:

    Ma anche no questi due! L’unico degno di questa carica è Imposimato, alla Pertini

  6. Nicola Pedone ha scritto:

    di tutto puoi dire di veltroni tranne che è un fallito , altrimenti vorrei essere un fallito come lui

  7. Vito Barberio ha scritto:

    Razzi!!!

  8. Nicola Pedone ha scritto:

    Roberta Pinotti sempre !

  9. Rita Mariani ha scritto:

    ma non doveva andare in africa??

  10. Raimondo D'Aragona ha scritto:

    Hai dimenticato le elezioni perse? Ricordi se quando era vice presidente abbia fatto iniziative politiche contro il piazzista di arcore?

  11. Raimondo D'Aragona ha scritto:

    Fallito anche come Segretario e come Sindaco!!!

  12. Rosario Sorace ha scritto:

    …penso che la Pinotti sia la persona giusta per la novità e le qualità che sta mostrando…

  13. Massimiliano Guatteo della Banda ha scritto:

    La Pinotti!? E’ tempo di andarsene davvero da questo paese.

  14. George Ross ha scritto:

    Cambiate subito il modo di eleggere il Presidente della Repubblica , perche’ voi parlamentari non avete il diritto di eleggere il presidente di tutti , il presidente della republica deve essere eletto dal popolo !!!

  15. Luisa Bacocchia ha scritto:

    ma non mi dire

  16. Gastone Losio ha scritto:

    Che il presidente della repubblica venga eletto dall’eppur bellissimo Clooney?
    Meglio Prodi, il suo maestro, senza compromessi.
    Ci ha potato nell’Euro e adesso ci deve dimostrare di aver avuto ragione. L’occasione è ghiotta per lui e una necessità di vita per noi.
    Dobbiamo “costringerlo” e non impressionarci dalle inevitabili e dovute ritrosie. CE LO DEVE!!!!!
    Chi meglio di lui? Il mondo ce lo invidia e ce lo impone quasi! Guai a noi se perderemo questa occasione e guai al disegno europeo generale se prevarranno i detrattori dell’Euro!

  17. Venanzio Bianchini ha scritto:

    Mai……e poi mai,no….no no…..

  18. Felice Salomone ha scritto:

    Tra i nomi che girano è il meno peggio!

  19. Mark Ares Man Mars ha scritto:

    Molti ora si aspettano una donna: quindi x forza una donna. Il popolo non conta più niente.

  20. Paola Bruno ha scritto:

    sono di sinistra e fino alle scorse elezioni ho votato pd, e non lo farò più se non cade questa segreteria, dunque posso dire che di un tipo”ma anche” questo paese non sa che farsene

  21. Nicola Suriani ha scritto:

    Fanno schifo entrambi!!

  22. Alex Parela ha scritto:

    Sosteniamo tutti l’EXPO di Milano. Iscriviamoci e invitiamo gli amici a iscriversi. https://www.facebook.com/Expo2015Milano.it?fref=ts

  23. Lysia Neri ha scritto:

    Io sono per Dario Franceschini, Anna Finocchiaro,Pietro Grasso , Prodi !

  24. Rita Mariani ha scritto:

    cara paola non è mai troppo tardi…è perseverare che è diabolico! 🙂

  25. Simonetta Camisotti ha scritto:

    Mio Dio!

  26. Giancarlo Pesce ha scritto:

    “Fa” si scrive senza apostrofo e senza accento. Prima di parlare di tronisti, impara a scrivere

  27. Salvatore Salvio ha scritto:

    ma veltroni ancora lo paghiamo …….

  28. Moris Bonacini ha scritto:

    Veltroni??????? ma come si può?

  29. Francesco Di Plinio ha scritto:

    Nomi random

  30. Francesco Baldino ha scritto:

    La Pinotti immagino la faranno anche santa…

  31. Bruno Di Vico ha scritto:

    Mi vine la na…………………………….a!

  32. Andrea Martini ha scritto:

    Dio ce ne scampi e liberi!

  33. Antonio Totino ha scritto:

    uno non vale e l’altro non serve! teneteveli al caldo per un’altra occasione!

  34. Fusaro Nello ha scritto:

    Che prospettiva di merda…

  35. Vera Perri ha scritto:

    Su Veltroni stenderei un velo pietoso. Amen

  36. Francesco Mazzola ha scritto:

    Dio me ne scanzi e liberi (feccia allo stato puro )

  37. Pietro Cadeddu ha scritto:

    fanculo tutti e due

  38. Gennaro Rarità ha scritto:

    Ci aspettiamo solo una persona al di sopra delle parti e non un rappresentante della Casta!

  39. Maria Rosa Cresci ha scritto:

    Poveri noi!!!!

  40. Oriano Valenti ha scritto:

    La Pinotti noooooooo. E’ antipaticissima,…e poi a Genova alle primarie era arrivata addirittura 3^ dopo aver fatto perdere il sindaco al PD (leggasi Marta Vincenzi).

  41. Carla Corno ha scritto:

    Mi vien da vomitare!

  42. Rossana Marina ha scritto:

    Ma per favore !

  43. Sara Bianchi ha scritto:

    mi auguro di no

  44. Pingback: Successione Napolitano: con quale Parlamento? - Termometro Politico

  45. Stefano Mastrogirolamo ha scritto:

    Pesce la frustrazione è una brutta malattia.

  46. Mauro Nalato ha scritto:

    mi piaciono entrambi…

  47. Francesco Cekko Cassese ha scritto:

    Puah!

  48. Coordinatore Mpl Lombardia Tieso ha scritto:

    Basta con questi incapaci dittatori del PD. Vogliamo un presidente votato dal popolo

  49. Patrizia Caramelli ha scritto:

    Noooooooooooooo !!!!!!!!!

  50. Franco Gentile ha scritto:

    Dio ce ne scampi……….!

  51. Stefano Vitali ha scritto:

    Ma è già Pesce d’Aprile?

  52. Giuseppina Congiusta ha scritto:

    ridicoli tutti e due

  53. Nicola Pedone ha scritto:

    Roberta Pinotti !!

  54. Filodoro Cupaioli Morandi ha scritto:

    Nessuno dei due

  55. Enrico Bertini ha scritto:

    Speriamo di no

  56. Antonello Mura ha scritto:

    Ma è così difficile chiederne uno Onesto ?

  57. Alberto Rilla ha scritto:

    IMPOSIMATO o niente!

  58. Francesco Corica ha scritto:

    tutto il male possibile

  59. Claudio Cesare Picasso ha scritto:

    allora fuori due : Veltroni e Pinotti…

  60. Claudio Cesare Picasso ha scritto:

    si sa che i primi nomi sono di alleggerimento

  61. Gerry Preziosi ha scritto:

    nessuno dei due, fanno schifo tutti e due

  62. Giovanni Fino ha scritto:

    Mi sa tanto che alla fine ci andrà Berlusconi

  63. Marco Ghetti ha scritto:

    Poi con Veltroni si parla di cinema, mica di problemi della nazione.

  64. Elisabetta Betty Bassani ha scritto:

    Pinotti

  65. Elisabetta Betty Bassani ha scritto:

    a quel cretino che ha scritto esiste una legge per cui i presidenti debbano essere del PD … il PD è il partito di maggioranza per fortuna !

  66. Elisabetta Betty Bassani ha scritto:

    e ai grillini che scrivono la Kasta e urlano RO TO TA’ senza manco sapere chi sia direi di tornare a fare ciò che han sempre fatto ! ovvero non capire un tubo di politica

  67. Flores Mazzetta ha scritto:

    VELTRONI.

  68. Luigi Babbetto ha scritto:

    Annamo bene? Anzi di peggio in peggio

  69. Francesco Di Cera ha scritto:

    Su 60 milioni e passa di italiani è mai possibile che si faccia il nome sempre degli stessi che hanno portato questo paese al collasso???Possibile che non ci sia un ricercatore o uno scienziato o un imprenditore gente che ha dato lustro all’Italia che meriti di rappresentare l’Italia???Sempre e solo questi parassiti………….mi vergogno di essere rappresentato da questa gente……..

  70. Tommaso Magistretti ha scritto:

    Che schifo

  71. Fabrizio Sacchetti ha scritto:

    Prodi

Lascia un commento