Elezioni politiche 2018: nuovo voto, Franceschini ‘Pd prende il 5%’

Elezioni politiche 2018: nuovo voto, Franceschini ‘Pd prende il 5%’ In mezzo a tutta la confusione post-urne – che ha creato una situazione di stallo – e in attesa che il nuovo Parlamento si insedi, in casa dem proseguono gli incontri (e, soprattutto, gli scontri) per stabilire la linea da seguire in vista dell’inizio imminente della XVIII legislatura. Ieri al Nazareno si è tenuta la direzione Pd; il segretario dimissionario, Matteo Renzi, non ha presenziato. La sua linea, chiara e ferma sul ruolo dei dem all’opposizione, è stata portata avanti dal ministro Maurizio Martina; il paradigma continua ad essere quindi nessun governo con il M5s, né con la Lega. E su questo sembra essere stata trovata la quadra: tutti d’accordo, da Delrio a Cuperlo, eccezion fatta per Emiliano. Per quanto riguarda invece l’ipotesi di un ritorno alle urne, questa opzione è stata allontanata con forza da un altro esponente dem, Dario Franceschini. Il ministro, come riporta la Repubblica,  a un compagno di partito avrebbe detto “E’ ovvio che noi dobbiamo restare all’opposizione, ma dobbiamo anche evitare un ritorno rapido alle elezioni, a meno che non vogliamo crollare al 5%.” Elezioni politiche 2018, Renzi assente ma c’è Martina Anche se Matteo Renzi... View Article