•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 18 novembre, 2014

articolo scritto da:

Tor Sapienza, contestata Paola Taverna del M5S

tor sapienza respinta paola taverna del m5s

A Tor Sapienza la rabbia è un focolare difficile da spegnere. Come l’esasperazione. Reportage, istantanee, cronache stampate, analisi sociologiche e dietrologie nostrane, ci mostrano impietosamente un paese che non conoscevamo fino a ieri.

Una periferia abbandonata dallo Stato. Decine di cittadini furibondi che se si abbattono sul nemico più debole. Sfiancato da guerre fratricide, lutti familiari, viaggi stremanti o morte annunciata. Una vergogna indicibile che non ammette innocenti.

L’ultima vittima di Tor Sapienza è Paola Taverna, senatrice del MoVimento 5 Stelle, da Torre Maura. Romana “de Roma”, insomma (e si sente). “Te ne devi annà” le hanno inveito contro, “non venite a fare politica qui”. Lei, passionale, sanguigna, ‘na burina. Diventa paonazza, gonfia i polmoni, stringe i pugni e ringhia: “non sono un politico, non sono una senatrice”.

paola taverna m5s tor sapienza

Davanti a lei, uno del quartiere la irride, per nulla intimorito (è pur sempre una parlamentare della Repubblica). Senza pietà. “E allora cos’è il Movimento 5 Stelle? La Caritas?”. Gelo. Cala il sipario. Pochi politici hanno visitato il martoriato quartiere di Tor Sapienza nei giorni scorsi. E, oltretutto, i maligni pensano che siano tutte passerelle. Che tra qualche giorno, quando anche l’ultimo cameraman sarà tornato a bazzicare di nuovo la buvette di Montecitorio, spariranno tutti.

Il rigetto verso la politica è tanto anche se, come dice Ernesto Galli Della Loggia, gli abitanti di Tor Sapienza avrebbero bisogno di “più politica, di più politici”. Ma niente, solo ribrezzo.

A Paola Taverna e altri attivisti del MoVimento seguito è stato impedito fisicamente di partecipare all’assemblea pubblica dei residenti. “Abbiamo chiesto alla politica di non essere presenti qui perché noi vogliamo essere protagonisti della nostra vita senza alcuna etichetta politica” dice Sandra Zammataro, portavoce del comitato. “Il Movimento 5 Stelle – conclude – come altri, fa parte di uno Stato che non ci rappresenta”.

Risponde Grillo: “La signora Zammataro, guarda caso, è una candidata del Pd in posizione 24 per il Comune di Roma. Ahiaaah! Beccata”. Insomma, tutto un complotto interno al PD.

La Taverna non si arrende: “non ci vogliono? Io vado dove voglio, io abito a cento metri da qui, al Quarticciolo (tra viale Togliatti e via Prenestina, ndr) e non sono arrivata qui per fare una passerella politica”. Finora tutto bene, poi riparte l’immancabile pippone grillino: “Marino, Pd, Forza Italia, Ncd sono tutti uguali” perché “cavalcano solo l’informazione sulla pelle dei cittadini”.

La difesa della Taverna: “Se dovessi andare in giro a ricevere applausi mi chiamerei Renzi”

Il giorno dopo la contestazione, la portavoce del M5S al Senato, commenta la serata di ieri con un post sul suo profilo Facebook. “Se dovessi andare in giro a ricevere applausi manovrati dalla claque e stringere le mani a controfigure mi chiamerei Renzi, invece mi chiamo Paola Taverna e capisco la rabbia delle persone che ho incontrato oggi, non la cavalco e non vado a fare campagna elettorale. Me ne frego se dopo due ore che ho parlato con decine di persone, tutto quello che passerà sui giornali saranno due controfigure che mi contestano. Ho mani libere e coscienza pulita tanto da sapere di non avere responsabilità se oggi le periferie sono abbandonate a se stesse. Sono entrata in quei palazzi proprio per questo ma il sistema tanto perfetto ha fatto si che oggi nella stessa periferia che mi ha visto crescere io venga percepita come una “politica”. Quando si spegneranno i riflettori, quando qualche comitato avrà garantito il nome di pochi nella prossima lista, quando Tor Sapienza verrà dimenticata, come Quarticciolo, come Tor Pignattara avrò modo di incontrare chi ha veramente voglia di cambiare questo Paese. Se credono che chi era lì oggi per garantire l’incontro di domani con Marino possa scoraggiarmi dal mio sogno di cambiare questo sistema vuol dire che non ci conoscono ancora. Tempo al tempo. I 1000 giorni di Renzi sveleranno tante cose. Cittadini con l’elmetto dentro le istituzioni altro che politici.”

Giacomo Salvini

 

L’attacco di Raggi al governo – CLICCA IL VIDEO

L'attacco di Raggi al governo

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Salvini: "Il centrodestra è morto". Secondo voi il segretario leghista ha...

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

Qui si fa il Jobs Act o di muore

Qui si fa il Jobs Act o di muore

articolo scritto da:

72 comments
Maya Magnetti
Maya Magnetti

see erano candidati del pd mischiati tra la gente..scoperto il trucco taverna

Giovanni De Marini
Giovanni De Marini

sono solo dei pagliacci che hanno approfittato della disperazione della gente per entrare in Parlamento senza una goccia di preparazione.

Francesco E Basta
Francesco E Basta

I contestatori era gente del pd! È la solita sceneggiata conosciuta da tempo.. I contestatori son sempre più politicizzati..

Patrizia Baldi
Patrizia Baldi

io non sto insultando nessuno, semmai chi scrive sui miei personali commenti sta mostrando una notevole maleducazione

Franca Crivella
Franca Crivella

Formigli e il Pd congiurano contro M5S!!!!!!!!! Come stiamo cadendo in basso!!!!!!!!!!

Alessandro Drago
Alessandro Drago

Patrizia Baldi, si prenda una camomilla e soprattutto LA SMETTA DI INSULTARE TUTTI COME CONSUETO PER I CAFONI COME LEI!

Pino Iaco
Pino Iaco

Hahaha..... coro da stadio....te ne vai o no ....te ne vai si o no .....

Emanuele Rigitano
Emanuele Rigitano

peccato che la signora era candidata del Pd quindi dire no ai politici significa che se ne doveva andare pure lei.

Anna Catalani
Anna Catalani

L'unica eccezione l' hanno fatta per alemanno?

Gianni Gia
Gianni Gia

riccardo sei uno che con la crisi ci sta mangiando sopra?...mi sa proprio di si altrimenti penserei che non vivi in italia

Gianni Gia
Gianni Gia

caro TERMOMETRO POLITICO ci sono prove che quelli che stavano protestando dopo sono andati alla riunione del PD......siete giornalisti spazzatura...

Luisa Bacocchia
Luisa Bacocchia

invece Alemanno sfilare in corteo dopo che ha governato e rubato quello va bene ,ma cosa volete?

Mone Gennaro
Mone Gennaro

Poveraccia non si rende conto che è peggio degli altri politici, hanno avuto la possibilità di far nascere il governo che volevano loro ed hanno snobbato questa possibilità. Ogni tanto smettono di sommare gli scontrini per il rimborso spese, si guardano allo specchi e si compiacciono del fatto che non fanno politica senza valutare il fatto che in parlamento si va per farla la politica.

Patrizia Baldi
Patrizia Baldi

Marino ha aperto un tavolo in Campidoglio e l'incontro si è svolto là

Antonio Noto
Antonio Noto

Io non ho guru.....faccio tutto da solo. Ah ah ah

Massimo Giovacchini
Massimo Giovacchini

Peccato vi fossero almeno 20 persone che gli dicevano di levarsi dai coglioni

Massimo Giovacchini
Massimo Giovacchini

Ed il metro di giudizio, x sapere quanto vale, lo decidi tu o il tuo guru grillo?

Massimo Giovacchini
Massimo Giovacchini

Grillo, non è un politico come gli altri, lui è solo un buffone molto furbo, che ha trovato la maniera di fare soldi sulle spalle dei disadattati

Val En Angar
Val En Angar

Ci provano ma sono dentro questo Sistema Italia ( Sistema dei favori e dell'irresponsabilità di Stato)...

Gaetano Stanga
Gaetano Stanga

A parte che oggi dovrebbe tornare Marino proprio lì ed è da 2 giorni che girano nel quartiere facce strane che parlano con gli abitanti per "spianare la strada" al sindaco !!! Fatevi furbi per iddio !

Antonio Noto
Antonio Noto

Giampiero Censorii se non riesci a capire.....taci!

Stefano Sonlieti
Stefano Sonlieti

caro Vittorio, quella che sbraitava e aizzava gli altri era una candidata PD, ma non vi vergognate di esservi venduti per 80 euro a quella gente?

Mario Lanza
Mario Lanza

manifestazioni di tor sapienza son come quelle dei forconi...organizzate dai fasci. i grilloti vivono nella paranoia pd.

Roberto Del Monaco
Roberto Del Monaco

noi sappiamo una sola cosa che per decenni una becera casta di politici ci hanno preso per il culo ed ora devono andate tutti affanculo! w il M5S !!

Mario Lanza
Mario Lanza

tra l'altro,quella manifestazione "spontanea" è stata organizzata dall'estrema destra romana.

Fabrizio Cataldi
Fabrizio Cataldi

vAI A CAGARE E INFORMATI PRIMA DI SCRIVERE MERDACCE......SEI SOLO UN TROLL DI MERDA !!!

Fabrizio Cataldi
Fabrizio Cataldi

Termometro Politico altro non sono che servi del potere pagati come tutti gli altri per raccontare il FALSO !!!!!

Carlo Spallanzani
Carlo Spallanzani

perchè è un pò come nel film "capitan uncino": ogni volta che qualcuno che li contesta dice "non ho votato PD" un grillino muore

Federico Maestri
Federico Maestri

Chi dica quelle cose, fosse del PD o un ex impiegato del Minculpop, non c'entra assolutamente nulla ed è un classico grillino (e berlusconiano, e renziano, e fascista) attaccare il ragionatore per non dover rispondere al ragionamento. In lingua italiana, Paola Taverna è una politica, è una parlamentare ed è una senatrice. Il fatto che le bruci esser chiamata così sono unicamente fatti suoi, fa politica quindi è una politica, è in Parlamento quindi è una parlamentare, è in Senato quindi è una senatrice. Usare altre parole per farsi belli è una puttanata da mocciosi, sono dei parlamentari e dei politici, facessero quel lavoro.

Federico Maestri
Federico Maestri

Quindi la qualità di un politico si misura dall'età, dal mezzo di trasporto e da quanto prende, mica da cosa fa per il Paese e dal rispetto che mostra per il proprio Dovere di rispondere, no?

Stefano Virga
Stefano Virga

Ma sti contestatori come mai si scopre che sono legati al pd come è già avvenuto a genova !!!!

Michele Catalano
Michele Catalano

Riccardo se non sai cosa dici non dirlo. La Taverna come tutti i parlamentari 5S costano ca 40000 euro l'anno, il resto lo devolvono al fondo per le PMI gestito dalla tesoreria di Stato. La Taverna come gli altri parlamentari concettaulmente si definiscono cittadini portavoce poichè la loro missione è portare la voce dei cittadini in aula, cosa che fanno egragiamente e costantemente ed è per questo che vanno in mezzo alla gente (se l'hanno contestata cazzi loro) - non si definiscono politici nel senso stretto di politica partititica ma è chiaro che sono politici e come ognuno di noi fanno politica perché fare politica è anche questa discussione. Per finire: se per contestatrice riteniamo una che dice alla Paola Taverna "te ne devi annà, qui non vogliamo politici" ed è una candidata del PD alla regione e in questi giorni insieme agli altri ha accolto a braccia aperte casapound, F Nuova, fratelli d'italia e la lega stiamo messi proprio male

Emanuele Rigitano
Emanuele Rigitano

La signora bionda che fa tanto l'antipolitica contro la Taverna si è candidata alle scorse municipali con il Pd. Almeno la coerenza.

Marco Esse
Marco Esse

e per fortuna che li contestano, visto che invece hanno accolto a braccia aperte borghezio, meloni e volevano che venisse salvini. meglio non essere acclamati da elettori di estrema destra

RobertoMangiacotti
RobertoMangiacotti

detto da una che sostiene pdl forza italia ...partito fondato dalla mafia e' tutto un bel dire...ma ci faccia il piacere . 

RobertoMangiacotti
RobertoMangiacotti

ti sei perso mesi e mesi di informazione....segui sempre i sollti programmi e i soliti notiziari. rimani pure nel limbo

Trackbacks

  1. […] di essere commissariato dal suo stesso partito. Roma è nel caos tra matrimoni gay, aree pedonali, Tor Sapienza e metro C. Una situazione che non piace all’imprenditore, ora membro del consiglio comunale […]