•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 20 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Rassegna stampa: Renzi e ribelli Pd allo scontro, Altri nomi per il Qurinale

Sono diverse le notizie che occupano le prime pagine dei giornali oggi. Il Corriere della Sera apre con il caso politico delle “banche popolari”. “La riforma del governo scatena proteste trasversali. Ma Piazza Affari ci crede”. Repubblica e Il Messaggero invece si occupano del caos interno al Pd. Ieri Renzi ha lanciato un “ultimatum ai ribelli”, oggi vedrà Berlusconi. Il Premier ha avuto anche un incontro segreto con Bersani, senza tuttavia trovare un accordo. E ai suoi ha fatto una confidenza “Se mi pugnalano qui salta tutto”. Il Giornale invece parla dell’incontro tra Berlusconi e Alfano: “Primo faccia a faccia dopo la scissione. Intesa su un nome comune per il Colle”. E il Corriere fa pure i nomi “Casini e Amato”. La Stampa si occupa di corruzione con l’allarme lanciato dal ministro Orlando “Ha dimensioni intollerabili”. Libero intervista il presidente del comitato che controlla i Servizi segreti “Per Greta e Vanessa abbiamo pagato. Una contropartita c’è stata, ma 12 milioni mi sembrano troppi”. Il Fatto Quotidiano sulla corsa al Quirinale rivela: “L’ex capo della Polizia e dei Servizi e l’ex comandante dell’Arma stanno spendendo tutto il loro prestigio per il Dottor Sottile sul Colle. Sperando nella nomina a segretario generale e a consigliere per la sicurezza”.

giornali

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Moris Bonacini ha scritto:

    questo vuole un nome in naccordo con Berlusconi per poi farlo digerire al PD. Un gioco distruttivo, se ne accorgerà

Lascia un commento