•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 7 maggio, 2014

articolo scritto da:

1° luglio: tax freedom day. Gli italiani non dovranno più lavorare per il fisco

Si chiama “tax freedom day” o “giorno della liberazione fiscale”, ed è la data a partire dalla quale, tenendo conto dei valori della tassazione, i lavoratori smettono di lavorare per pagare le tasse e iniziano a farlo per guadagnare. Uno studio della New Direction Foudation e dell’Istituto economico Molinari ha dichiarato che in Italia quest’anno si lavorerà per il fisco solo fino al 1 luglio. Per la prima volta dal 2011 i contribuenti italiani potranno lavorare meno: festeggeranno infatti il tax freedom day con dieci giorni di anticipo rispetto al 2013; lo scorso anno infatti i lavoratori iniziavano a lavorare per se stessi dal 10 luglio.

tax freedom day

In una prospettiva europea il podio è assegnato ai lavoratori ciprioti che hanno iniziato a guadagnare dal 21 marzo. Medaglia d’argento per Irlanda e Malta che hanno festeggiato il giorno della liberazione fiscale il 28 aprile. Peggio di noi i lavoratori greci, romeni e tedeschi; mentre all’ultimo posto si segnalano i belgi per i quali il tax freedom day sarà solo il 6 agosto.

Secondo un altro studio effettuato dai tecnici della Cgia di Mestre, che svolgono un costante monitoraggio della pressione fiscale in Italia, la situazione globale è peggiorata per i contribuenti italiani. Negli ultimi anni infatti, evidenzia lo studio, il giorno in cui il lavoratore smette di lavorare per il fisco si è spostato di 15 giorni.

Alessandra Scolaro

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: