•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 25 maggio, 2015

articolo scritto da:

Rassegna stampa: prime pagine 25 maggio 2015

prime pagine repubblica

Prime pagine lunedì 25 maggio 2015. I giornali oggi aprono con due notizie di politica estera: la vittoria in Spagna dei movimenti antisistema e l’annuncio di Atene che ha finito i soldi. Repubblica, riguardo alla crisi greca, parla di “bancarotta annunciata”. La Stampa chiede a Bruxelles di cambiare strategia. Il Messaggero rivela: “Si spera ancora in un’intesa in extremis”. Il Giornale apre invece con l’ennesima “rivoluzione” di Berlusconi: “Bisogna superare i vecchi modelli politici”. Il Fatto Quotidiano fa di conto sulla legge Obiettivo: “La legge Obiettivo prevede 383 miliardi per progetti faraonici, con costi cresciuti del 40%. Ecco cosa si potrebbe fare con le stesse risorse: l’autostrada Brebemi costerà 2,4 miliardi mentre alla ricerca biomedica ne vanno 1,4. Il Terzo Valico vale 6 miliardi, quanto la messa in sicurezza dalle alluvioni e la ristrutturazione delle scuole. E peri treni dei pendolari basta un miliardo”.

prime pagine

L’attacco di Raggi al governo – CLICCA IL VIDEO

L'attacco di Raggi al governo

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Salvini: "Il centrodestra è morto". Secondo voi il segretario leghista ha...

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

Qui si fa il Jobs Act o di muore

Qui si fa il Jobs Act o di muore

articolo scritto da:

1 comments
Giovanni Gobbi
Giovanni Gobbi

La Grecia deve 1 miliardo e 600 milioni di € al FMI, una vera bazzeccola.... Nel 1941, inoltre, i nazisti imposero alla Banca Centrale Greca, come hanno fatto anche in altri paesi, un prestito di 476 milioni di reichsmarks, a titolo di contributo per l’impegno bellico. Questo “prestito” non sarà mai rimborsato, per la semplice ragione che non figura nell’accordo di Londra del 1953, che stabilisce l’ammontare del debito estero contratto dalla Germania tra il 1919 e il 1945. Come la mettiamo?