•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 23 giugno, 2015

articolo scritto da:

Incontro Salvini Berlusconi: centrodestra riunito?

berlusconi salvini

Se ne parla da una settimana, stasera ad Arcore il leader della Lega Matteo Salvini incontrerà il padre di tutte le coalizioni di centrodestra che si sono susseguite negli ultimi vent’anni, ovvero Silvio Berlusconi. I nodi da sciogliere sono tanti: lista unica per il 2018? Salvini candidato sindaco di Milano nel 2016? Oppure candidato premier?

Centrodestra unito può battere Renzi

Almeno su una questione sono tutti d’accordo: rimettere insieme i cocci del centrodestra. Berlusconi non ha paura dei sondaggi, sa che una coalizione trasversale, sul modello della Liguria di Toti o del Veneto di Zaia, può aspirare al ballottaggio contro il Pd, previsto dall’Italicum – in caso nessuna coalizione superi il 41% alle elezioni. Lo pensa anche il senatore Maurizio Gasparri: “E’ esploso il renzismo che adesso si sta sgonfiando. E noi dobbiamo riprendere la nostra azione con entusiasmo e ottimismo”.

Dove vuole andare Salvini

L’elemento da non sottovalutare è l’aspirazione di Salvini, “l’altro Matteo”, a guidare la lista unica. Chissà se oggi il Cavaliere gli proporrà Milano per smorzare le sue ambizioni. Sicuramente le parole che hanno preceduto e seguito il raduno di Pontida  sono state distensive. “Con la Lega c’è un’ottima collaborazione, in Liguria come in Lombardia e in Veneto, e vedrete che alla fine una soluzione la si troverà a 360 gradi”, così ha ribadito Giovanni Toti, prima consigliere politico di Forza Italia ora anche governatore della regione ligure.Toti e Salvini

La partita è tra i due leader. Il tempo è dalla loro parte. Repubblica fa sapere che il sogno di Berlusconi è di “chiudere il giovane e rampante capo leghista nel recinto dorato di Milano”. Nella cerchia berlusconiana più ristretta si sostiene: “Salvini ha capito che le politiche sono lontane e non potrà continuare a cambiare felpa e t-shirt ancora per due o tre anni”. In fin dei conti l’ago della bilancia del centro-destra del futuro si trova qui: il posto dell’altro Matteo sarà Milano o il Paese intero?

Incontro Salvini Berlusconi: accordo più probabile sui contenuti e sul simbolo

Sarà probabile una lista unica, con un simbolo che non escluda l’immagine della Lega Nord, “perché è così che vogliono gli elettori” – lo dichiarano fonti vicine al segretario del Carroccio. Da limare è soprattutto la visione sull’Europa. Sull’euro sono entrambi scettici, sulla permanenza nell’Unione c’è una differenza più marcata. La questione, fa sapere La Stampa, verrà approfondita nei mesi estivi, che parla di “un patto-antieuro” e di un accordo nel centrodestra come “una porta in faccia al Patto del Nazareno”.

Per l’Huffington Post ci sarebbe stato già un incontro segreto tra i due leader, successivo a Pontida. Non è un caso che il giorno dopo sia uscita su Il Giornale una lunga intervista a Berlusconi, che archivia definitivamente l’accordo con Renzi al Nazareno. Così ha lanciato la proposta a Salvini: “Occorrerà realizzare un contenitore più ampio, del quale Forza Italia e la Lega siano parte, che si rivolga non solo ai partiti, ma anche alle associazioni, ai gruppi, ai movimenti di opinione, ai cittadini non organizzati in partiti”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

8 comments
Fabbrica Politica
Fabbrica Politica

La Lega non vuole mollare il suo simbolo ovviamente, ma senza la riunione del centrodestra in un unico partito (non cartello elettorale) al ballottaggio andranno Renzi e Grillo da qui all'eternità.

Massimo Matteoli
Massimo Matteoli

E' sicuro che il centro destra riuscirà a riunirsi, perchè sono gli interessi che muovono questo mondo che lo chiedono. Solo i grulli potevano pensare che la crisi dell'arzillo vegliardo di Arcore potesse colpire gli interessi che rappresentava. E solo i grulli posssono pensare che un centrosinistra diviso possa vincere il ballottaggio così pervicacemente voluto da Renzi. Qualcuno a Palazzo Chigi mediti finchè è in tempo.

Giampiero Censorii
Giampiero Censorii

...il giorno del voto staranno sicuramente insieme... faranno finta di litigare fino a 10 giorni prima della chiusura delle liste, come 20 anni a questa parte...

Maria Cristina Salerio
Maria Cristina Salerio

Sno d'accordo..filosoficamente lontana però quel poco che abbiamo a livello regionale lo dobbiamo a loro..non so con altri schieramenti più " statalisti" visto che i servizi qui cari e salati li paghiamo due volte prima con le tasse e poi con versamenti al momento..cmq si niente di nuovo sotto il sole..bisognerebbe vedere altro schieramento con Ambrosoli che propone..ci sno anke i 5 stelle in regione ma mi paiono marginali

Nicola Michele Donvito
Nicola Michele Donvito

Era tutto previsto da tempo. Salvini è la maschera di Berlusconi, solo i suoi elettori non l'hanno ancora capito, perché non sanno informarsi, perché sono smemorati e disinformati. La lega è in mano a B. da quando gli ha appianato tutti i debiti, e sapendo che da solo non riotterrebbe più il consenso del passato, usa Salvini per poi candidarsi tutti insieme alle elezioni. Alle regionali è già stato così. Solo chi non vuole vedere non se ne accorge.