•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 9 luglio, 2015

articolo scritto da:

Vietato fumare in auto, in arrivo la legge

contrabando romania

Anche in Italia, come in alcuni paesi stranieri, presto potrebbe essere vietato fumare in macchina. Il disegno di legge che prevede il nuovo divieto, firmato da 17 senatori di Forza Italia, dopo esser stato presentato al Senato il 30 aprile è passato ieri sul tavolo della Commissione Lavori Pubblici. Le multe previste sono pesantissime.

Le previsioni del “Ddl Razzi-Scilipoti” – La proposta di legge, che annovera tra i propri firmatari i senatori Razzi e Scilipoti, passati alle cronache non proprio per meriti politici, equipara il fumo durante la guida all’utilizzo del cellulare. Si prevede l’introduzione di un semplice articolo nel Codice della Strada, il 173bis, per cui al conducente “È vietato fumare durante la marcia”. Chi viene beccato con la sigaretta mentre guida verrebbe multato esattamente come chi usa il cellulare, ossia con multe che vanno “da 161 a 646 euro“.

Le ragioni della norma – Tra gli argomenti a sostegno del divieto che si possono leggere nella relazione di accompagnamento al ddl rientrano i rischi di incendi, dovuti al fatto che “il conducente getta spesso per consuetudine fuori dal finestrino il mozzicone acceso” o più fantasiosamente “alla dispersione nell’abitacolo di ceneri accese“, ma soprattutto la necessità di tutelare “la salute dei terzi viaggiatori, in particolare i bambini“. In sostanza, nella relazione si sostiene l’urgenza di intervenire: il fatto che sia vietato fumare in macchina garantirebbe “prevenzione e una maggiore sicurezza sulle strade del nostro Paese”.

Facci: “Vieteranno anche di parlare in auto” – Particolarmente ironica la critica di Filippo Facci, che su Libero ha commentato la possibilità che sia vietato fumare in auto, sostenendo l’assurdità della norma. “Allora vietino anche di sposarsi -scrive Facci- perché avere la moglie affianco spesso è un fattore stressante che aumenta la probabilità di incidenti“. Secondo il giornalista di Libero, a cui la Rai ha comunicato che non manderà in onda una sua intervista perchè ha fumato durante la registrazione, è insensato regolare con legge qualsiasi problema che abbia una minima incidenza statistica. “Se la scienza statistica divenisse legge sarebbe finita. Ci vieteranno anche di parlare in auto –commenta Facci– Dopodiché passeremo ad altre neo-fobie occidentali:occhio a vivere, che a quanto pare la cosa, dicono le statistiche, aumenta la probabilità di morire“.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

18 Commenti

  1. Maria Codice ha scritto:

    con quale assurda giustificazione visto che si tratterebbe di luogo privato???!!!!!!

  2. Riccardo Zucchero ha scritto:

    Boh. se fosse per me vieterei la vendita dei tabacchi … ma finchè non lo faranno, a casa sua fa come vuole.

  3. Lello Petrone ha scritto:

    Grida manzoniane

  4. Paolo Macchia ha scritto:

    Ma se non riescono nemmeno a far rispettare l’obbligo delle cinture e del casco… Ma fatemi il piacere. Cialtroni.

  5. Alberto Sorvillo ha scritto:

    manco Stalin

  6. Alberto Sorvillo ha scritto:

    Eppure li tolleriamo senza prenderli a calci. E allora a che serve lamentarsi. Fuori dai piedi.

  7. Stefania Bacchilega ha scritto:

    le leggi truffa, per cercare di attenuare quello che è stato concorso in omicidio per anni…. Annullare la legge che puniva l’omicidio stradale. Ed ora che è stato reintrodotto l’omicidio stradale appare la possibilità di vietare il fumo al volante… come se cercassero di distinguere seriamente chi tenta di mistificare vero intento omicida con distrazione causa divagazione (sigarette, telefono cellulare, musica, ecc…) .

  8. Nico Ted ha scritto:

    Fumare in macchina è più pericoloso che parlare al telefono.

  9. Marco Monzali ha scritto:

    Questi talebani antifumo hanno veramente rotto i coglioni

  10. Enrico Bellandi ha scritto:

    Sono molto più pericolosi i grulli alla guida eppure non chiedono il Q.I. alla visita per la patente.

  11. Pingback: Italia, in arrivo il divieto di fumo in auto | BUONGIORNO SLOVACCHIA

  12. Vanna Veronico ha scritto:

    Se lo dici tu…

  13. Moris Bonacini ha scritto:

    finalmente! un po’ di moraltà…

  14. Leonardo Vanni ha scritto:

    Vabè ma è il ddl Razzi-Scilipoti. Ho detto tutto.

  15. Francesco Cekko Cassese ha scritto:

    Eh sì, però è un luogo privato… semovente. Rischi di ammazzare qualcuno, pertanto non è più privato di tanto (infatti ci fanno le multe se siamo al telefonino, ad esempio). Non poter fumare però mi sembra davvero una bojata infinita. Boh? Li abbiamo votati (io no, solo M5S!)? Ora ce li ciucciamo… :'(

  16. Francesco Cekko Cassese ha scritto:

    Hahahahaha, e allora via, tutti a fare pazzesche stradine mosrtuosamente fuori mano e disabitate, fumando come turchi!! Pace, ci guadagneranno le multinazionali del petrolio, oh, che si deve fà?!

  17. Amalia Fasolo ha scritto:

    E per il cellulare quanto ancora dovvemmo aspettare?

  18. Carnazzola Franco ha scritto:

    ma questo ministro non ha nulla da fare perchè non vieta di vendere le sigarette allo stato forse sarebbe molto meglio!!! mi viene da ridere ovviamente sono un fumatore!!!

Lascia un commento