•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 15 luglio, 2015

articolo scritto da:

Tsipras, aut aut ai parlamentari di Syriza: “O votate il piano o me ne vado a casa”

alexis tsipras referendum

“O votate sì al piano di riforme, o me ne vado a casa”. Alexis Tsipras ha posto un duro aut aut ai parlamentari di Syriza restii ad accettare il piano draconiano preparato dall’Eurogruppo. Basti pensare che oltre metà della direzione Syriza si è espressa contro l’accordo (109 membri su 201, riporta  Kathimerini online). Nell’aria si respira aria di “liberi tutti”. Non è un caso, infatti, che stamattina il governo abbia registrato le prime defezioni, dopo l’addio di Varoufakis (anche oggi si è scagliato contro l’accordo definendolo un “nuovo trattato di Versailles”) oggi si sono dimessi la vice ministro delle Finanze Valavani (“L’accordo è insostenibile”) e il Segretario Generale del Ministero dell’Economia, delle Infrastrutture, Marina e Turismo Manos Manousakis (“la politica del governo espressa nel disegno di legge ‘Disposizioni urgenti per il negoziato e la conclusione di un accordo con l’Esm’ rende impossibile la mia permanenza in questa posizione”).

Intanto la Commissione Ue ha deciso di proporre l’uso del fondo Efsm per un programma di breve periodo (prestito ponte) in favore della Grecia da 7 miliardi ma alcuni Paesi hanno serie preoccupazioni in merito e dobbiamo superare delle “difficoltà politiche”. “Siamo a conoscenza di serie preoccupazioni da parte di alcuni Paesi non membri dell’Eurozona – il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, in conferenza stampa – e stiamo per questo lavorando a soluzioni che proteggano questi Paesi non membri della zona euro da qualsiasi eventuale conseguenza finanziaria negativa”, ha spiegato il commissario Ue. Alcune capitali, ha spiegato, “hanno serie preoccupazioni e dobbiamo per questo affrontare anche queste difficoltà politiche”. Da registrare la posizione ambigua del Fmi che minaccia di dire ‘no’ al piano di salvataggio senza un taglio del debito. Una settimana fa proprio il Fondo Monetario aveva pubblicato un report interno che giudicava insostenibile il debito greco.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

3 comments
Valeria Nari
Valeria Nari

Comunque vada poveri Greci ,Tsipra ha promesso l'impossibile e i governi precedenti hanno vissuto per anni da nababbi senza averne le possibilità .