•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 27 luglio, 2015

articolo scritto da:

Conviene davvero l’appoggio di Verdini a Renzi?

denis verdini con braccio destro teso

L’uscita di Denis Verdini da Forza Italia per andare a soccorrere Matteo Renzi e metterlo al riparo dai numeri ballerini su cui conta al Senato non è stata ancora digerita dalla minoranza del Pd: l’idea del “soccorso azzurro” fa discutere sia per la persona di Verdini in sé sia per uno sbilanciamento verso destra dell’esecutivo a detta della minoranza Pd già troppo pendente da quella parte, specie dopo l’annuncio sull’Imu del Presidente del Consiglio. Renzi è deciso ad accogliere “il macellaio” in maggioranza per mettersi al riparo proprio dalla minoranza dem e Verdini è ben lieto di andare sotto l’Egida dell’ex sindaco di Firenze anche per cercare di districare alcune situazioni personali.

L’effetto di un ingresso in maggioranza di Denis Verdini tuttavia potrebbe rischiare di diventare controproducente per Renzi: la ricerca di senatori tra le fila di Forza Italia disposti ad abbandonare Berlusconi per andare a puntellare il governo è stata un fallimento, nessuno tranne i fedelissimi verdiniani ha abbandonato il partito di Berlusconi per seguirlo.

Dunque, con chi costituirà Verdini il suo gruppo parlamentare in appoggio al governo? Verdini starebbe pescando nel gruppo misto, in particolare tra gli ex grillini, e in Scelta civica; avrebbe provato anche un avvicinamento a Raffaele Fitto conclusosi con un nulla di fatto. C’è però da notare che i senatori di Scelta civica e alcuni senatori ex grillini votano già a sostegno del governo, sicché Verdini di fatto non porterebbe quasi nessun voto nuovo al governo. Il suo ingresso in maggioranza a queste condizioni porterebbe l’effetto  contrario di quello sperato, ossia metterebbe Renzi in una posizione di maggiore debolezza: Verdini non avrebbe portato i numeri per fare a meno della minoranza Pd e quest’ultima aumenterebbe le proprie fibrillazioni proprio per l’approdo dell’ex coordinatore del Pdl.

Lo ha detto chiaro e tondo Felice Casson: “Dalle prime discussioni con diversi senatori che non appartengono al “gruppo dei 25” sta emergendo una crescente insofferenza per l’approdo, per alcuni persino nel Pd, di “stabilizzatori” che rischiano di diventare dei destabilizzatori”. E a queste condizioni, anche tra i fedelissimi di Renzi iniziano a chiedersi: ma a cosa serve Verdini?

Andrea Asole

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

43 Commenti

  1. Guido Zaccaro ha scritto:

    Verdini?..un ottimo esempio di ciò che serve a Renzi..politicamente in ottima sintonia!

  2. Vito Casale ha scritto:

    E perché no? Almeno è’ coerente con se stesso verdini visto che le riforme le votava

  3. Cristaldini Roberto ha scritto:

    Chi non si rende conto e non vuole farsene una ragione che le riforme si fanno per tutti e quindi e’ indispensabile il contributo di tutti, non ha ben chiaro il concetto di democrazia. Avanti lo stesso, faremo le riforme anche per loro e nonostante loro

  4. Maurizio Monina ha scritto:

    Settarismi e pregiudizi sempre in agguato

  5. Adriano Buoso ha scritto:

    Cosa vuol dire? Le riforme migliori per noi cittadini sono bipartisan!

  6. Valeria Nari ha scritto:

    Non so se conviene al PD l’appoggio di Verdini ,all’Italia certamente convengono le riforme di Renzi .

  7. Sandro Bellisario ha scritto:

    renzi chi , quello col partito pieno di delinquenti? bravi e poi bravi!!!

  8. Valeria Nari ha scritto:

    Sandro la sicurezza è Renzi ,il resto è noia .

  9. Strazzulla Giuseppe ha scritto:

    si perché renzi vuole trasformare il pd in un partito di centrodestra italiano

  10. Giulio Vazzoler ha scritto:

    La domanda è se conviene a Renzi l’appoggio di Verdini..e invece leggo solo commenti o moralisti indignati o di pragmatica real politik..ma ziocane..non siamo in tv …cos’é sta emulazione dei talk show.

  11. Giulio Vazzoler ha scritto:

    Cmq ovvio che conviene a Renzi…Renzi ha necessità assoluta della riforma costituzionale del senato affinché l’Italicum risulti la sua arma vincente. Ovvio che Verdini affossa ancor di più l’immagine di Renzi, ma alternative non ne ha.

  12. Barbarossa Nèll Moreno ha scritto:

    Ahahahahahaha!!!!!…bella questa.

  13. Barbarossa Nèll Moreno ha scritto:

    Tra delinquenti ci si intende…

  14. Piras Stefano Hd ha scritto:

    Dove sta’la differenza fra i due? Non sono né l uno di sinistra ne l altro di destra ciò che li accomuna è il malaffare

  15. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Certo che conviene!!! Non gli è stato richiesto ma se lo da, Renzi fa bene ad accettarlo, in barba agli ipocriti che avnzano moralita’ pelose e d’occasopne.
    Non è un pregiudicato, Non è un ladro,quali sono i motivi di tanta contrarieta’, li dicano i traditori Bersanioti!

  16. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    SI! Delinquenti come Sandro Bellisario!!! Coglione e poi Coglione!!!!!

  17. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Strzzulla: Certo che un polotologo come te sa bene cosa vuole fare Renzi!! Vero?

  18. Domenico Bianco ha scritto:

    se si è con l’acqua alla gola, per forza

  19. Antonio Piarulli ha scritto:

    Buon giorno a Voi tutti.
    Il decalogo del giorno.
    Puoi scioperare solo se Renzi è d’accordo.
    Puoi recarti in ospedale ,solo se malto,gravemente.
    Quindi i visitatori,non potranno avere accesso,salvo che dimostrino di essere malati.
    I medici ed il personale paramedico,non potranno assisterti ,se prima non vieni dichiarato malato.
    Il cittadino che afferma di non sentirsi bene,per vedersi nella lista dei malati,dovrà recarsi presso la propria anagrafe e quindi autocertificare su apposito modulo di non sentirsi bene, quindi un pubblico ufficiale ne prenderà atto e autorizzerà il dichiarante ad apporre la firma sul modulo,esclusivamente in sua presenza,quindi comunicherà alla ASL di competenza che si può far visitare tale soggetto da un medico,al fine di attestarne lo stato di malattia e quindi dare a costui la facoltà di recarsi in ospedale,nella sua accertata condizione di malato.
    Azioni utili per debellare la burocrazia,noi siamo per lo snellimento delle procedure e non siamo malati! Firmato ministero della salute.

  20. Vincenzo Nardi ha scritto:

    Proviamo ad andare a votare…forse un giorno ce lo concederanno…e allora vedremo se Veedini e gli altri indagati andranno in parlamento….

  21. Antonio Congiu ha scritto:

    renzi piglia tutto, pur di restare a galla con tutte le sue innovazioni fasulle, come, per esempio, l’abolizione delle provincie, meglio: meglio un bancarottiere o un camorrista, piuttosto che fare il bene del popolo

  22. Andrea Asole ha scritto:

    Giulio, sei l’unico che ha commentato in modo pertinente. Non so se hai letto l’articolo, ma numeri alla mano Verdini non conviene.
    Mi spiego: Verdini a Renzi sarebbe servito nel momento in cui fosse riuscito a procurare una quindicina di senatori provenienti da Forza Italia, ma gli è andata male e lo seguiranno solo in cinque suoi fedelissimi, gli stessi che hanno già votato la riforma della scuola. Quindi Verdini, che doveva procurare quel numero di senatori tale per cui Renzi avrebbe potuto scaricare la minoranza del Pd, non è riuscito nell’intento.
    Il risultato è che la minoranza del Pd si è incazzata ancora di più e vede aumentare il proprio potere contrattuale e Renzi ha subito un danno di immagine, senza guadagnarci alcunché.

  23. Andrea Asole ha scritto:

    Numeri alla mano, non conviene: lo ha letto l’articolo?

  24. Andrea Asole ha scritto:

    Peccato che Verdini non abbia portato nuovi voti in maggioranza tranne quelli dei suoi quattro-cinque fedelissimi. Verdini doveva servire a Renzi per avere quella ventina di senatori che gli consentissero di fare a meno della minoranza Pd, così non è stato

  25. Andrea Asole ha scritto:

    Pregiudizi? Io ho fatto solo una analisi numerica, e Verdini tranne quattro-cinque suoi fedelissimi non ha portato un voto in più al Senato a Renzi. Risultato: Renzi ancora dipenderà dalla minoranza del Pd

  26. Andrea Asole ha scritto:

    E con quali voti?

  27. Ignazio Farinello ha scritto:

    DIMETTITI

  28. Andrea Asole ha scritto:

    Verdini doveva portare una ventina di senatori di Forza Italia nel governo, a stento è riuscito a portare i cinque suoi fedelissimi, è convenuto irritare la minoranza Pd e rovinarsi l’immagine con Verdini per appena cinque voti? Non fanno la differenza cinque voti

  29. Giulio Vazzoler ha scritto:

    Non sono d’accordo, ai 5 si uniranno altri..per convenienza, e a Renzi servono solo per la riforma costituzionale. Non gli conviene scaricare la sinistra, anzi gli conviene concedere qualunque cosa (gay, erba, etc). L’immagine di Renzi rottamatore contro la casta è già compromessa. La partita sarà Renzi rassicurante vs estremisti.

  30. Vito Casale ha scritto:

    se vota le riforme senza stare al governo in modo ufficiale perchè no? non puoi votare a uno di votarti se vuole votare le tue riforme che poi sono anche le sue visto che erano state fatte insieme, non ci vedo nulla di male.

  31. Domenico Bianco ha scritto:

    e meno male, a settembre ne vedremo delle belle (forse anche prima)

  32. Antonio Polese ha scritto:

    Ma quale appoggio, ha bisogno solo di alcune leggi……..speciale …..per salvarsi dai processi in corso…

  33. Vincenzo Moncada ha scritto:

    A me interessa poco se Verdini ė improvvisamente diventato Renziano, cavoli suoi ! A noi interessa invece capire perché la minoranza del Pd è contro Renzi e le riforme di Renzi a prescindere! A me interessa poco se

  34. Matteo Quercia ha scritto:

    No deve andare a fare inculo.

  35. Enrico Giostrelli ha scritto:

    Conviene solo a loro due.

  36. Rodolfo Bolla ha scritto:

    Ma si dai, un po’ di Massoneria che male può fare ormai? Il vecchio partito della sinistra non esiste più. Rincorrendo moderati e moderazione, poltrone e potere, ora il PD è diventato un partito di centrodestra, che necessita del contributo di tutti. Spero si colga l’amarezza e l’ironia.

  37. Paolo De Marzi ha scritto:

    Inciucio con i ladroni per continuare a rubare

  38. Arnaldo Platano ha scritto:

    Io mi alleglierei ? Ache col diavolo , pur di cabiare questo, paese marcio sino al midollo ……

  39. Giovanni Malkowski ha scritto:

    Sono uguali. Per forza vanno d’accordo.

  40. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Quali nimeri? Imventati da chi e perché?

  41. Amalia Fasolo ha scritto:

    In passato D’Alema fece lo stesso anche se ora si scandalizza

  42. Michele Molinaro ha scritto:

    Questo elemento non conviene a nessuno, cerchiamo di liberarci da certi delinquenti.

  43. Valeria Nari ha scritto:

    Renzi sta cercando di salvare L’Italia dai danni fatti da tutti i governi avuti negli ultimi 25 anni e sono convinta ci riuscirà .Oltre :Renzi solo pagliacci e urlatori che non servono a nulla .

Lascia un commento