•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 27 maggio, 2014

articolo scritto da:

D’Alema loda il premier: “Renzi ha fatto la differenza, ma il 40% è grazie anche al Pd pluralista”

Massimo D'Alema

Matteo Renzi è stato “protagonista di un balzo in avanti ma nel risultato elettorale pesa anche la forza tradizionale del Pd“. Così Massimo D’Alema a SkyTg24. “Non si arriva al 40% solo con i nuovi elettori di Renzi ma anche con l’elettorato tradizionale che ci ha seguito”. “La struttura delle preferenze è impressionante perchè si dimostra che tutti abbiamo concorso a questa vittoria – osserva D’Alema – Molti candidati non renziani sono stati eletti: il nostro elettorato tradizionale ha tenuto, è rimasto. Abbiamo dimostrato di essere un grande partito, di avere un leader con forza espansiva ma anche di essere un partito in grado di rappresentare una varietà di elettori”. “Siamo stati uniti in questa campagna elettorale – spiega – Il Pd è partito pluralista ma in grado nelle battaglie che contano di essere unito”.

Massimo D'Alema

Massimo D’Alema

D’Alema analizza poi il voto. “La forza innovativa, il dinamismo, la speranza che Renzi ha portato nella vita politica italiana: questo ha fatto la differenza rispetto al voto dell’anno scorso”. “E forse – aggiunge – anche la paura suscitata da Grillo, che non si è reso conto che la violenza della sua campagna elettorale ha spaventato una parte dell’opinione pubblica che ha votato per l’unica forza che poteva fare argine. Perchè è vero che la gente è arrabbiata ma non vuole sfasciare tutto, vuole delle risposte”. D’Alema racconta di essere “rimasto in contatto” con Renzi “per tutta la campagna elettorale cui – sottolinea – ho partecipato con grande intensità”. “Ci scambiamo impressioni con i messaggi, come fanno i ragazzi”, rivela con un sorriso. Dopo la vittoria “gli ho fatto i miei complimenti. Gli ho detto che era al di là di ogni aspettativa. Il presidente del Consiglio in questo è molto avvicinabile, semplice, ha mantenuto uno stile molto simpatico, accessibile: ascolta, fa le battute”. Quanto ai passati dissapori con Renzi, D’Alema spiega che è parte della “lotta politica ma non è mai stato nulla di personale”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

25 comments
Angela Pagliaro
Angela Pagliaro

E ora , per favore , non rovinate tutto coi distinguo e altre diavolerie: ci si confronti ma poi si decida a maggioranza . Per me è questa la vera democrazia altrimenti diventa anarchia .

Flavio Lotti
Flavio Lotti

Ma dove eri te durante la campagna elettorale? Non ti s'è mai visto e, meno male altrimenti ci avresti fatto perdere voti. Per favore, fatti più in là, in questo PD per te non c'è più posto!!!

Aldo Boni
Aldo Boni

se era per te!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Roberto Giorgini
Roberto Giorgini

Fino a cinque minuti fà gli hanno fatto il cappotto, ora tutti a lodarlo. Ma un minimo di vergogna non esiste in questo nostro paese?

MariaPia Luchi
MariaPia Luchi

se fosse per te, il centro sinistra sarebbe mORTO!

Pietro Favaro
Pietro Favaro

.... non cominciare a rompere i coglioni e cerca di andare altrove ....