•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 3 giugno, 2014

articolo scritto da:

Disoccupazione al top dal 1977: 13,6%. I giovani senza lavoro sono il 46%.

lavoro

Mai un valore così alto. La disoccupazione corre e le speranze dei più crollano. L’occupazione è sempre più una chimera. Dal 1977, anno di inizio composizione delle serie trimestrali Istat, non era mai stata così alta la stima della disoccupazione: 13,6%. Analizzata per i giovani si arriva al 46%. Dati agghiaccianti.

Una vera e propria tragedia, qualora vedessimo il lavoro come fondamento della dignità umana. Il 13,6%, infatti, è una cifra drammatica. Ed addirittura in crescita dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2013, gennaio-marzo. Praticamente 200.000 unità in più. Più di una città della popolazione di Taranto. Aprile, invece, ha segnato un valore corrispondente a quello del mese precedente, ma in aumento di 0,6% rispetto all’anno passato. Di conseguenza cala l’occupazione indicante -0,2% ad aprile e -0,3 punti percentuali rispetto all’anno precedente: 55,4% complessivamente.

disoccupazione

Analizzando le zone della penisola poi, la parte più sfortunata di tutte risulta essere, ancora una volta, il sud Italia: tra gennaio e marzo 14’ la disoccupazione vola al 21,7%, mentre fra i giovani tra 15 e 24 anni si arriva addirittura ad un drammatico 60,09%. A cercare lavoro, nel Meridione, sono ben 347.000 ragazzi (il 14,5% dei giovani). I dati della disoccupazione preoccupano non poco il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi: “Il dato veramente preoccupante è l’aumento della disoccupazione dello 0,8% su base annua: stiamo strisciando sul fondo, non raccontiamoci storielle”.

Daniele Errera

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

2 Commenti

  1. Guido Deganutti ha scritto:

    E la maggior parte di loro ha preferito andare al mare invece di andare a votare che bella coerenza adesso si lamentano che per loro hanno scelto i loro nonni o genitori,sono ugualmente responsabili chi è causa del suo mal pianga se stesso

  2. Nadia Cara ha scritto:

    parole…parole…parole…chi se ne frega del disoccupati ,cosa cambia???solo il governo…gente non va a votare perche comunque non cambia niente.aumentano solo le TASSE

Lascia un commento