•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 20 luglio, 2014

articolo scritto da:

Bersani insiste: “Dopo il sì al Senato, cambiare l’Italicum”

La minoranza Pd ha detto chiaro e tondo che l’Italicum va cambiato alla luce della riforma del Senato. A ribadire il concetto ci ha pensato oggi Pier Luigi Bersani. “A questo punto la riforma del Senato si concluda sulla base del testo uscito dalla commissione Affari costituzionali, con gli aggiustamenti necessari. Dico però che, una volta disegnato il nuovo sistema bicamerale, occorrerà ridiscutere sulla legge elettorale della Camera” spiega l’ex segretario del Pd in un colloquio con L’Unità. “Se i senatori non sono eletti dal popolo, non è possibile che alla Camera restino le liste bloccate – prosegue Bersani – Per quanto mi riguarda, preferirei i collegi uninominali, ma se non è possibile trovare un consenso su di essi, non c’è alternativa alle preferenze”. L’ex segretario del pd chiede però altri cambiamenti sull’Italicum: “Le liste civetta vanno eliminate, e la soglia di sbarramento non può che essere unica, valida per tutti allo stesso modo. Dobbiamo costruire un sistema coerente. Perchè così, lo dico fin d’ora, io non ci sto”.

bersani mentana

Sulla legge elettorale, continua Bersani, “bisogna cominciare a discutere dal Pd. La principale responsabilità grava su di noi. Se domani qualcuno dovesse rimproverarci di aver rifatto il Parlamento dei nominati, non ci salveremo certo dicendo che la colpa non è nostra, ma di Berlusconi che ce l’ha impedito”. Si poi sofferma sull’esecutivo: “Il governo ha messo in cantiere riforme importanti. Ma c’è un obiettivo che le riassume tutte: il lavoro. Occorre ricreare lavoro. È questa la priorità delle priorità. Alla fine saremo giudicati sul lavoro e da qui dipenderà il successo”. Renzi, conclude, “è stato bravo, ma resto convinto che il Pd sia un’impresa collettiva e non il partito di un leader solitario. I partiti personali nascono e muoiono seguendo la parabola del capo. Ne abbiamo visti tanti in questi anni. Il Pd è diverso. È il partito riformista del ventunesimo secolo”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

27 comments
Roberto Tempestini
Roberto Tempestini

...ma sei stato tu..per la tua inefficienza...a dare spazio al pifferaio-mafioso-fiorentino...!!! ...TTTTAAAACCCIIIIIIIIIIII...!!!

Maria Damaso
Maria Damaso

Bersani, che malinconia quando vedo in TV il fanfarone di Firenze......

Antonino Di Nizio
Antonino Di Nizio

E' facilissimo perdere una onestà intellettuale per egoismo o per parte!

Carlo Zuccheri
Carlo Zuccheri

io cambierei te con una persona onesta...non uno che si fa seguire a roma dalla segretaria che viene pagata dai contribuenti emiliani

Segretario Mpl Lombardia Tieso
Segretario Mpl Lombardia Tieso

QUINDI CHI HA DECRETATO GLI ULTIMI TRE GOVERNI ILLEGITTIMI DONO PAZZI...NO PAZZO E CHI NON COMPRENDE CHE NESSUNO DEI TRE E STATO VOTATO

Lucio Critelli
Lucio Critelli

Certo che è da cambiare non vogliamo mica andare verso la dittatura.... già parlano di presidenzialismo!!

Gastone Losio
Gastone Losio

Ma quale si al Senato! Anche Bersani gloglotta? Tacchino!

Pietro D'anneo
Pietro D'anneo

quest altro ancora parla ma la vergogna non la conosce questi politici sono una razza a parte senza vergogna basta che li paghiamo a loro interessa solo quello merdacce

Nicola Berardi
Nicola Berardi

Ancora con sta storia del Governo illegittimo? Ha la fiducia delle due Camere, è tutto quello che serve per essere pienamente legittimo. Se credi che non vada bene, prenditela con i padri costituenti.

Pedro Paolo
Pedro Paolo

MENO MALE HA DETTO UNA COSA SENSATA chi ti crede Bersani

Fabio Antinucci
Fabio Antinucci

Non è vero. Esistono democrazie parlamentari che funzionano con una sola camera eletta o, comunque, con due camere che hanno obbiettivi e modalità di elezione diverse. Noi siamo uno dei pochi Stati, assieme alla Romania (dico: fra i paesi più poveri d'Europa) ad avere il bicameralismo paritario. E' assurdo, si può tranquillamente mantenere la democrazia funzionante con una sola camera, previa saggia (e sottolineo "saggia") modifica della Costituzione. BUona giornata e mi scusi di averla importunata con i miei commenti.

Fabio Antinucci
Fabio Antinucci

Il presidente del consiglio dei ministri NON è eletto dal popolo, rappresenta la lista concorrente per l'elezione a camera e senato, ma NON è eletto.

Sergio Burbi
Sergio Burbi

questo fantomatico governo non eletto da nessuno non deve modificare la Costituzione, si vada subito a nuove elezioni con la legge deliberata dalla Consulta e se ri prenderanno i voti sara quasi tutto legale...

Segretario Mpl Lombardia Tieso
Segretario Mpl Lombardia Tieso

VANNI ...MA LO SAI COSA DICI? IN DEMOCRAZIA TOGLIRE UN RAMO DEL PARLAMENTO VUOL DIRE DITTATURA ...VANNO CAMBIATI I POLITICI E TUTTI I PARTITI ...DOLO ALLORA L'Italia tornera libera

Lorella Giometti
Lorella Giometti

Vai avanti Matteo che questi si sono bevuti il cervello!!

Vanni Mircoli
Vanni Mircoli

il senato va tolto e basta !!!! togliamo le poltrone !! Forza Renzi !

Perini Luigi
Perini Luigi

Governo illegittimo? Una rapida lettura della nostra Costituzione no?. Mi raccomando allergici.

Mario Lanata
Mario Lanata

dopo il SI ..... allucinante...... non posso dire: scendo, buon proseguimento!