•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 16 agosto, 2014

articolo scritto da:

Gelmini avverte Renzi: “Niente scorciatoie, dietro l’angolo c’è la Troika”

toti gelmini forza italia berlusconi elezioni europee

“Le riforme non sono una passeggiata di salute come Renzi tende a far credere”. Nemmeno la pausa ferragostana impedisce all’azzura Mariastella Gelmini di ricordare al premier Renzi che con l’economia non si scherza. “Liberalizzare e privatizzare i servizi pubblici locali, scuotere quel dinosauro che è la burocrazia pubblica, sono scelte che hanno dei costi sociali più o meno elevati. Se la politica continua a rifiutare di recidere questi nodi per timore di perdere consensi l’esito sarà che la politica perderà se stessa e il Paese”, sostiene la vice presidente del gruppo di Fi alla Camera, Mariastella Gelmini. All’orizzonte, nei prossimi mesi, potrebbe esserci un forte peggioramento dello scenario economico. “Se il presidente Renzi crede di affrontare le sfide dell’autunno inerpicandosi per qualche scorciatoia o aggirando i problemi, andrà a sbattere e l’Italia con lui”, dichiara l’esponente forzista.  “Renzi porta oggi una responsabilità enorme: dalle sue scelte dipenderà se l’Italia conserverà la propria sovranità nazionale oppure se dovrà cederla in misura rilevante alla Troika economica”, continua l’ex ministro dell’Istruzione del governo Berlusconi. “Forza Italia – conclude Gelmini – vuole salvaguardare la dignità della Nazione ed è pronta ad assumersi le proprie responsabilità. Ma la scelta è nelle mani di Renzi”. 

Giuseppe Spadaro


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

30 comments
Pietro D'anneo
Pietro D'anneo

si vede che loro se la passano bene guarda come ridono questi coglioni che ci anno rovinato x loro va sempre tutto bene svegliatevi coglioni di Italiani bisogna rompergli il culo a questi cretini inetti e ladri e noi paghiamo e loro magnano alla grande

Gianni Gavin
Gianni Gavin

ah neutrina stattene zitta che respiri aria inquinata e butti fuori m...a assieme al lecca che sta nella foto con te.

David Vicini
David Vicini

Ma accendi quel cervello da capra invece di scrivere queste c a z z a t e

Mario Lanza
Mario Lanza

Dietro l'angolo c'e' la gelmini col suo tunnel del cern. Basta merda in parlamento,uccidiamola.

guidoooo
guidoooo

“Forza Italia – conclude Gelmini – vuole salvaguardare la dignità della Nazione ...."

Commovente! Dopo anni di sputtanamento internazionale adesso Berlusconi e Gelmini pensano alla dignità della Nazione!

Maria Damaso
Maria Damaso

Renzi non mi piace, ma quasi quasi mi diventa simpatico quando sento il duo Toti-Gelmini predire il futuro

Nadir Crive
Nadir Crive

stronza ma vai a provare a farti eleggere di nuovo e vedrai che il tuo fare da leccaculo fara' ridere la gente

Rocco Logozzo
Rocco Logozzo

meglio sarebbe a chidersi... cos'ha dietro di lei... il nulla!!!

Eugenio Trovato
Eugenio Trovato

una zoccola e un tonto,questo è il governo italiano e tanti mafiosi!

Sara flor
Sara flor

QUELLO CHE I GRILLINI NON RICORDANO: Abbiamo sentito dire da Grillo che non avrebbe fatto un tour a pagamento, e poi l'ha fatto, senza battere ciglio... gli abbiamo sentito dire che la tv era "il male" ed abbiamo assistito ad espulsioni violente... sino a quando non ha deciso che la tv serviva, ha scelto chi come dove e quando poteva e doveva andarci. Gli abbiamo sentito dire che lui in tv mai... che Vespa era il simbolo della casta... e poi lo abbiamo visto andarci, e andare anche da Vespa. Ogni volta che Grillo sentenziava come balle quelle altrui, frotte di obbedienti ed osannanti fan hanno assaltato chiunque, dal giornalista al dissidente, in nome della coerenza del verbo del Megafono del movimento. Finanche quando da megafono si è scoperto che ne era capo politico, che ne era proprietario del logo, del marchio, giudice unico e assoluto del chi è dentro e chi è fuori: senza appello. Anche di fronte a tutto questo, schiere genuflesse di seguaci ad arrampicarsi sempre più ripidamente sugli specchi difendevano la linea. Ha fatto sottoscrivere un contratto "illegale" ai candidati in Europa per cui oltre a multarli in caso di espulsione (sempre decisa da lui) solo lui poteva decidere chi assumere, come spendere i fondi dei gruppi, come comporre gli staff e infine con chi allearsi... Ci aveva detto che se non prendeva almeno un europarlamentare più del pd si sarebbe ritirato. ...e invece eccolo andare a Bruxelles, prendere accordi in nome e per conto del suon movimento, e riproporre l'ennesima buffonata online, che più che una scelta democratica è qualcosa tipo "approvate voi la decisione che ho preso io?" ...ovviamente liberi di dire no... tanto non cambia nulla... 18/7/2014.. Ci dispiace, ma non c’è più tempo - scrive Grillo sul blog! 9/8/2014 convincere gli italiani uno per uno, un porta a porta nazionale, ma arriveremo al governo. Non abbiamo fretta!..

Angelina Di Gregorio
Angelina Di Gregorio

Ma stia zitta.che ha tolto dai programmi ministeriali Quasimodo e altri letterati!