•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 27 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Media sondaggi al 27 gennaio

media sondaggi 27 gennaio

Da questa settimana le medie sondaggi proveranno a seguire l’evoluzione della proposta di legge elettorale incardinata alla Camera per ciò che concerne il calcolo dei soli Deputati alla Camera, essendo il Senato destinato a scomparire come camera elettiva.

Riassumiamo i punti cardine della proposta Renzi-Berlusconi

1) la legge ha un impianto base proporzionale con soglia di sbarramento da superare per accedere alla ripartizione dei seggi. Le soglie sono l’8% per i partiti che si presentano da soli e il 12% per le coalizioni. In caso il partito sia in coalizione con altri la soglia di sbarramento cala al 5%. Fa accezione il Trentino Alto Adige dove ricompare la legge Mattarella, la Val d’Aosta dove il deputato sara’ eletto con maggioritario uninominale, e 12 deputati eletti nelle circoscrizioni estere.

2) La coalizione o partito che abbia riscosso la maggioranza dei voti con una percentuale maggiore del 35% si aggiudica un premio di maggioranza di massimo il 18% e comunque non superiore ai 340 deputati. Nel calcolo dei voti si considerano anche quelli ottenuti dalle coalizioni in Trentino, e i deputati eletti nella coalizione vincente andranno a “consumare” il premio di maggioranza

3) Qualora la coalizione maggioritaria non superi il 35% dei voti si andrà al ballottaggio tra le due coalizioni o partiti che hanno ottenuto il maggior numero di voti. Il vincitore si aggiudicherà un premio di 327 deputati

4) il riparto dei seggi avverrà a livello nazionale

Per semplicità nelle simulazioni supporremo che la coalizione o partito che risulti maggioritario pur non conquistando il 35% dei voti risulti poi vincente al secondo turno. Sempre per semplicità assegneremo o ognuno dei tre partiti maggiori 4 deputati eletti nelle circoscrizioni estere.

Tutto ciò premesso passiamo all’analisi dei sondaggi della passata settimana. In leggero calo i tre partiti maggiori, PD, FI e M5S che perdono tutti lo 0,1%. Tra i partiti ancillari stabili  SEL e Lega, in crescita la NCD di Alfano che pero’ sfiora solamente la soglia del 5%. Encefalogramma piatto da UDC e Scelta Civica.

Questa distribuzione da’ vita a un parlamento tripartito, composto dai soli 3 partiti maggiori con il PD che conquisterebbe il premio di maggioranza al primo turno, frutto della alleanza con SEL che pero’ non otterrebbe deputati, rimanendo sotto la soglia del 5%. Il deputato della UV e quelli del SVP completerebbero il parlamento.

media sondaggi 27 gennaio

media sondaggi 27 gennaio

 

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

17 Commenti

  1. Egi Squillace ha scritto:

    E chi guadagna Berlusconi? Ma non diciamo sciocchezze

  2. Paola Sirio ha scritto:

    Si penso di si . comincerà a fare promesse a destra e manca e la gente gli crederà come sempre

  3. Gian Paolo Rapone ha scritto:

    aboliamo i sondaggi politici settimanali, correlati all’essere in campagna elettorale perennemente, sono inutili e dannosi. I sondaggi devono esistere solo 2 mesi prima del voto e non 1-2-3 anni prima per far passare un determinato messaggio o manipolare/deviare le menti

  4. Rodolfo Bolla ha scritto:

    Da questi sondaggi ci quadagnano i sondaggisti ed i loro committenti. Sono per lo più bubbole usate per indirizzare il consenso.

  5. FabrizioStier ha scritto:

    La volete smettere di fare sondaggi! sono solo truccati! Voteranno tutti per Grillo. Perché è buono, onesto e salverà il paese.
    Chi non vota Grillo è ignorante o pagato! Ovvia!!!!

  6. Fabrizio Stier ha scritto:

    La volete smettere di fare sondaggi! sono solo truccati! Voteranno tutti per Grillo. Perché è buono, onesto e salverà il paese.
    Chi non vota Grillo è ignorante o pagato! Ovvia!!!!

  7. Diego Gavazzeni ha scritto:

    “essendo il Senato destinato a scomparire come camera elettiva.”
    Posso ridere? xD

  8. Fabrizio Dalla Villa ha scritto:

    qui gli unici che perdono tempo sono i sondaggisti!

  9. Valerio Cianfrocca ha scritto:

    Ma dove lo vedete l’impianto proporzionale? Il premio di maggioranza con il proporzionale non esiste! Come dire che la legge Acerbo aveva impianto proporzionale! Guardate la legge elettorale tedesca…

  10. Paolo Poio Sabbioni ha scritto:

    Ma quindi la porcata è passata?

  11. Alfredo Pierucci ha scritto:

    A che serve ? Forse per orientare le scelte ? Tanto in campagna elettorale è tutto diverso … a meno che non ci siamo già !

  12. Fabrizio G. Marongiu ha scritto:

    No, serve per dare prova ancora una volta di quanto i sondaggi siano lontani dalla realtà

  13. LucioLeonardi ha scritto:

    Se diamo lo stesso credito ai sondaggi in base a quello che e’ successo alle ultime elezioni il M5S dovrebbe avere fra il 29 ed il 42% (ho sottratto ai miei calcoli del 10% circa per tenermi basso – 39-52%)

  14. LucioLeonardi ha scritto:

    ergo la percentuale reale al netto delle fluttuazioni rimane intorno al 35%

  15. AndreaPassaglia ha scritto:

    FabrizioStier  Grillo non si candida

  16. Pino Iaco ha scritto:

    Beh…almeno non ci sarebbero inciucci….e chi governa non ha più scuse.

  17. bruzziches ha scritto:

    TermometroPol il M5S

Lascia un commento