•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 18 marzo, 2014

articolo scritto da:

Moody’s non ha fiducia nell’Italia “Il suo rating rimarrà su parte bassa”

Nel suo report sulle prospettive dei rating sovrani europei, Moody’s scrive che “bassa produttività, rigidità del mercato del lavoro, mancanza di concorrenza in alcuni settori del terziario e alta pressione fiscale abbassano le prospettive di crescita dell’Italia”. Questo significa, prosegue l’agenzia di rating, che “il rating sovrano dell’Italia probabilmente resterà nella coorte inferiore dei rating con grado d’investimento per il futuro prevedibile (da qui le prospettive stabili)”. Moody’s il mese scorso ha confermato il rating ‘Baa2‘ sulla Repubblica italiana, due gradini sopra il livello speculativo, migliorando però le prospettive sul suo giudizio a stabilì da negative. L’agenzia scrive che la maggioranza dei rating dell’Eurozona hanno ora una prospettiva stabile, con prospettive di miglioramento per Irlanda, Spagna e Lettonia e, invece, di peggioramento epr la Francia (outlook negativo). Tuttavia Moody’s ricorda che “l’eredità di bilanci pubblici deteriorati, alto debito del settore privato e ripresa economica rende molti rating sovrani esposti a rischi al ribasso”. A precludere il ritorno dei rating a livelli pre-crisi è principalmente “il lento avanzamento verso un miglioramento della capacità istituzionale, a livello dell’Eurozona, di prevenire nuovi squilibri e migliorare la resistenza a future crisi”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: