•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 15 aprile, 2014

articolo scritto da:

FI, Urbani “Il partito crolla come un castello di carte”

“È come quando un castello costruito con le carte da gioco si regge solo perché sono appoggiate una sull’altra. Se si comincia a toglierne una, crolla tutto. La cosa più paradossale è che oggi Berlusconi resta in piedi solo perchè si appoggia al patto che ha fatto con Matteo Renzi sulle riforme costituzionali. Sono due debolezze che si reggono una sull’altra”.

Per Giuliano Urbani, intervistato da Repubblica, “il declino è evidente. Quando anche un combattente come Paolo Bonaiuti lascia Berlusconi, mi sembra chiaro che siamo alla fine di una storia”.

Con il possibile affidamento ai servizi sociali, Silvio Berlusconi “farà felice i vecchietti con la sua personalità prorompente, ma sarà costretto a fare una campagna elettorale monca. Non è più nelle condizioni di negoziare con Renzi”, osserva Urbani, che fu tra i fondatori di Forza Italia.

Giuliano Urbani

“Se poi dovesse passare questa riforma del Senato, le cose andranno ancora peggio, perchè il testo attuale della riforma è da irresponsabili. L’impalcatura è molto avventurosa per due ragioni: perchè si regge sull’alleanza tra Renzi e Berlusconi e per la fretta di chi si improvvisa in modo molto approssimativo” conclude Urbani.

Election box

Election box

Sondaggio elezioni politiche 2018

Sondaggio elezioni politiche 2018

Sondaggio elezioni regionali Lazio

Sondaggio elezioni regionali Lazio

Sondaggio elezioni regionali Lombardia

Sondaggio elezioni regionali Lombardia

Gradimento verso il Governo

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Video crisi banche

Video crisi banche

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

articolo scritto da: