Direzione Pd, l’ala di Civati diserta. Scissione dietro l’angolo?

Pubblicato il 12 Novembre 2014 alle 19:05 Autore: Redazione

Questa sera non parteciperemo alla Direzione nazionale”. L’annuncio arriva con una nota dal gruppo della minoranza Pd che fa riferimento a Giuseppe Civati. “I nostri delegati, circa una ventina – si legge nel comunicato – saranno quasi tutti assenti, giustificati dallo scarso preavviso della convocazione. Più volte abbiamo contestato questo metodo, facendo notare come una convocazione improvvisa renda impossibile la partecipazione a chi non si trova già a Roma e non fa il parlamentare. Come al solito, inoltre – spiega a nome della minoranza Paolo Cosseddu, braccio destro di Civati e membro della direzione nazionale Pd – non ci è pervenuto alcun testo da valutare per preparare la riunione, è tutto nella testa di Renzi al quale facciamo tanti auguri per gli incontri, sicuramente molto più approfonditi, che dedica a Berlusconi e Verdini”.

“In nostra rappresentanza – continua Cosseddu – faranno presenza, senza partecipare al voto della Direzione, Rita Castellani per consegnare un dossier sulla situazione delle acciaierie di Terni, e Maria Carla Rocca in qualità di sindaco preoccupato dall’effetto delle riforme sulle amministrazioni locali. Civati stesso, annullando un incontro fissato a Bruxelles, sarà presente per ascoltare il Segretario, in segno di rispetto, nemmeno lui però parteciperà al voto”.

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →