•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 24 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Antonio Daloiso Il più grande pasticcere, vittoria del guerriero di Barletta

Antonio Daloiso Il più grande pasticcere

Il più grande pasticcere è Antonio Daloiso, pasticcere di Barletta di 25 anni. Ha vinto in finale battendo Gianluca Forino, talentuoso coetaneo di Roma.

Il coooking show talent andato in onda a partire dal 25 Novembre su Raidue ha visto sfidarsi dieci pasticceri italiani. Alla conduzione la bravissima Caterina Balivo. Tre i giudici che hanno decretato la vittoria: Luigi Biasetto, Roberto Rinaldini e LeonardoDi Carlo.Nel corso delle puntate ha offerto il contributo e la propria esperienza anche il maestro Iginio Massari che ha seguito gli allievi nelle prove esterne. 

antonio daloiso il piu grande pasticcere

Africa, la torta della vittoria dedicata a Don Vito

Antonio Daloiso nella prova finale de Il più grande pasticcere ha voluto dedicare la torta ad un “amico che ha compiuto una missione in Africa”. Si tratta di Don Vito Carpentiere, sacerdote barlettano, che ha deciso di trasferirsi in Uganda seguendo le orme di Padre Raffaele Dibari ucciso proprio nel Continente africano.

Emozione e gioia in città

Il messaggio del sindaco di Barletta Pasquale Cascella: “Bravo Antonio. Complimenti al giovane Daloiso che si è aggiudicato il titolo di “Più grande pasticcere” e ha conquistato la simpatia di tanti telespettatori. Ha vinto la sua sfida con professionalità, tenacia e passione. Non si può che essere orgogliosi per come ha tenuto a valorizzare le sue radici. Grazie anche per aver voluto che questo successo fosse targato ‘Barletta’, ora anche città … dolce”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: