•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 8 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Francia, esperto Cia: possibile ‘secondo atto’ dopo Charlie

Strage Charlie Hebdo in Francia: la ricerca dei killer non ha ancora dato i risultati sperati. Oltre al dibattito animato cresce in Francia il timore di un secondo atto ed in una Parigi i cui accessi sono blindati da ore sale la preoccupazione.

Addirittura c’è chi pensa che i terroristi che hanno assaltato la redazione parigina di Charlie Hebdo possano probabilmente pianificato un ‘secondo atto’ con cui dare seguito alla strage compiuta ieri.

A immaginarlo è Michael Scheuer, un ex agente della Cia che tra il 1996 e il 1999 fu a capo del team che dava la caccia a Osama Bin Laden.

Il fatto che gli assalitori abbiano agito mascherati e abbiano pianificato la propria fuga, spiega Scheuer in un’intervista al Telegraph, suggerisce che la loro missione non doveva concludersi con la strage e potrebbe essere accompagnata da un video propagandistico nel quale i terroristi intenderebbero celebrare il loro successo.

“Non erano degli attentatori suicidi, dato che indossavano maschere e guanti -dice l’ex agente Cia- potrebbe esserci una seconda parte. Se questa sia un altro attacco o un video, non lo so”.

charlie hebdo

I tre sospettati al momento sono i fratelli franco-algerini Said e Cherif Kouachi, di 34 e 32 anni, recentemente tornati dalla Siria, e il 18enne Hamyd Mourad.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: