•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 29 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Confindustria: Pil crescerà di oltre il 2%

Secondo la Confindustria un nuovo segnale di ripresa economica caratterizza l’Italia. Anzi, più di uno: si parla di petrolio e del suo basso costo, del calo dei tassi d’interesse dell’euro, ai minimi da molto tempo, e ad una congiuntura internazionale per la quale il commercio è rifiorito. Il tutto ricade positivamente sui calcoli del Pil

Più “2,1% del Pil quest’anno e di un altro 2,5% il prossimo”. Stime del Centro Studi del Sole 24 Ore. Cifre positive, tenendo presente il recente passato di recessione prima e deflazione poi. “Variazioni positive per Pil e occupazione – scrivono dall’associazione degli industriali – che probabilmente si riveleranno superiori alle previsioni correnti, anche a quelle più recenti”.

Il Prodotto Interno Lordo – secondo Confindustria – in salita, quindi: “questo cruciale passaggio – si legge sullo studio – si deve, in parti molto disuguali, a tre ordini di fattori. Anzitutto, la combinazione molto favorevole di elementi esterni, una vera manna dal cielo: crollo del prezzo del petrolio, svalutazione del cambio dell’euro, accelerazione del commercio mondiale, diminuzione dei tassi di interesse a lungo termine”. In termini macroeconomici significheranno “una spinta per l’Italia pari al 2,1% del Pil nel 2015 e a un aggiuntivo 2,5% nel 2016”. Un’espansione economica necessaria nel post crisi economica e finanziaria.

Confindustria Prestiti alle imprese caleranno di 8 miliardi

Confindustria: “Occupazione ancora in calo”

Ma la voce che soffre maggiormente è sempre l’occupazione, “calata a novembre di 48mila unità che, sommate alle 65mila perse a ottobre, portano la variazione nel bimestre autunnale a -0,2% rispetto al terzo trimestre”. Un calo, dicono da Confindustria, che “potrebbe riflettere il fatto che le imprese abbiano rinviato assunzioni al 2015, in vista dei cambiamenti normativi in atto e dei benefici contributivi appena introdotti”. Se così fosse sarà “prevedibile un’ulteriore flessione a dicembre, seguita da un rimbalzo nei primi mesi del 2015”.

Daniele Errera

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: