•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 2 maggio, 2014

articolo scritto da:

Disoccupazione stabile in eurozona, ma in Italia aumenta

La disoccupazione è stabile in Eurozona, ma non in Italia. Questo in sintesi il dato diffuso dall’Eurostat, che fissa all’11.8% il tasso di chi è senza un lavoro all’interno dell’Eurozona. Più lieve invece il dato riguardante l’UE a 28 paesi, che si attesta al 10.5%. I dati, che si riferiscono al mese di marzo, sono stabili rispetto a dicembre 2013 ed in lieve calo rispetto ad un anno fa.

L’Italia è invece in controtendenza: si passa dal 12% di un anno fa al 12.7% del marzo 2014. Peggio hanno fatto, nell’area euro, solamente Cipro (dal 14.8% al 17.4%) ed Olanda (dal 6.4% al 7.2%). Il Paese con più problemi resta però la Grecia (26.7% di disoccupati a gennaio), tallonata dalla Spagna (25.3%).

disoccupazione

In Europa migliorano leggermente i numeri assoluti: i disoccupati, rispetto a febbraio, scendono rispettivamente di 66 mila (UE) e 22 mila (Eurozona) unità. Più consistente il dato rispetto ad un’anno fa, con una diminuzione di 929 mila (UE) e 316 mila (Eurozona) unità. In lieve miglioramento anche il dato riguardante i giovani sotto i 25 anni, il cui tasso di disoccupazione nell’ultimo anno è sceso dal 24% al 23.7%.

Massimo Borrelli

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: