•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 12 maggio, 2014

articolo scritto da:

Ue, Juncker (Ppe) “Deroga al deficit? Sono aperto a dibattito”

Parla il candidato alla Presidenza della Commissione Europea del Partito Popolare Europeo (Ppe) Jean-Claude Juncker. L’esponente del Ppe afferma: “A priori non vedo alcuna ragione per cui debba essere concessa alla Francia o all’Italia una dilazione supplementare per rientrare entro i limiti del deficit“, ma dopo le elezioni europee “tutto dipenderà dagli impegni sulla stabilità che i governi prenderanno, e da come la Commissione europea o l’Eurogruppo, il vertice dei ministri delle Finanze della zona euro, valuteranno questi stessi impegni. Io sono aperto al dibattito. Non rappresento l’austerità, ma la serietà”.

Juncker candidato ppe

Intervistato dal Corriere della Sera  Jean-Claude Juncker afferma: “Oggi credo che non si possa esagerare con il rigore eccessivo, che da sola l’austerità nei bilanci non basti, e che al risanamento finanziario debbano accompagnarsi le politiche della crescita”.

Il candidato del Ppe precisa: “L’Italia non è il malato della Ue. Ha migliori risorse e riserve di altri. È un grande Paese fondatore della Ue e come tale deve esercitare il suo ruolo”. “Il premier Renzi – sottolinea Juncker – ha dichiarato la sua volontà di rispettare il patto di Stabilità e ha avviato delle riforme strutturali che, una volta messe a regime, faranno vedere i loro risultati. Vedremo. Non bisogna però dare l’impressione agli italiani, o agli investitori stranieri, che esista un problema sulla volontà di Renzi di rispettare il patto di Stabilità”.

 

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: